Al via oggi la festa democratica sulla neve

Europa
PD ■ A MOENA SI PARLERÀ DI CRISI ECONOMICA, GIUSTIZIA E QUESTIONI INTERNAZIONALI

Un luogo «dove la politica si fa vita, si rende concreta, visibile agli
occhi e diventa cammino verso il futuro che gli uomini e le donne liberamente
tracciano e costruiscono insieme». Questa sarà, nelle parole di Walter Veltroni,
la festa democratica sulla neve che inizia oggi a Moena, la località del
Trentino che ospita ancora una volta l’iniziativa invernale del Pd. «Un
appuntamento che avrà all’ordine del giorno soprattutto i temi di grande
attualità – spiega il responsabile delle feste dem, Lino Paganelli – a partire
dalla crisi economica, ma anche le grandi questioni internazionali e la riforma
della giustizia, per citarne alcuni».
Ad animare i dibattiti della festa
ci saranno anche diversi ministri ombra.
Piero Fassino sarà presente a
Moena venerdì 16 per parlare dei più delicati temi di politica estera,
dalla sempre più difficile situazione in Medio Oriente al ruolo della
Russia nello scenario internazionale e alla crisi del gas. Dei nuovi Stati
Uniti di Barack Obama parlerà invece Paolo Gentiloni martedì prossimo,
presentando i libri di Guido Moltedo e Marilisa Palumbo e di Giuliano Da
Empoli.
Per quanto riguarda i temi economici, invece,
Mariangela Bastico illustrerà sabato le proposte del Pd sul federalismo
fiscale e le autonomia locali; domenica, invece, Cesare Damiano si
occuperà di lavoro, mentre Rosy Bindi e il conduttore televisivo
Andrea Vianello discuteranno delle ripercussioni della crisi
finanziaria internazionale sul nostro paese; mercoledì prossimo, infine,
Stefano Fassina e Tiziano Treu presenteranno il libro di Carmen Santoro
sugli operai. La riforma della giustizia sarà oggetto di un incontro con
Lanfranco Tenaglia sabato.
Si discuterà anche di lotta alla mafia
con Marco Minniti, Luigi De Sena, Tano Grasso, Antonio Ingroia e Beppe
Lumia (martedì).
Come in ogni festa, non mancheranno gli appuntamenti
culturali, gastronomici e di intrattenimento.
Moena
ospiterà molte iniziative musicali, teatrali e cinematografiche, tra le quali
due in anteprima nazionale: il concerto dei Bandabardò sabato e l’ultimo
spettacolo di Paolo Hendel mercoledì prossimo. L’associazione Ilaria Alpi
organizza diversi dibattiti e una mostra dal titolo Il giornalismo che non
muore, dedicata ai giornalisti deceduti mentre svolgevano il loro lavoro. Slow
food propone due laboratori del gusto mentre Libera di don Ciotti rifornisce i
ristoranti della festa con suoi prodotti. r. f. c.

Vedi anche

Altri articoli