Napolitano: la via dell’Europa non ha alternative

Europa
Il presidente interviene alla presentazione del suo libro ed esprime le sue preoccupazioni sul dibattito in vista delle Europee

È necessario «ridare slancio all’idea di Europa» mostrandone tutti gli aspetti non solo quelli econonomico-finanziari. Lo ha sottolineato il presidente della repubblica, Giorgio Napolitano, parlando questa mattina a Montecitorio in occasione della presentazione del libro La via maestra. L’Europa e il ruolo dell’Italia nel mondo, che raccoglie una sua conversazione con Federico Rampini.

Il presidente ha espresso le sue preoccupazioni per il livello del dibattito in Italia sulle questioni europee, mentre nel paese è in atto una fase di «sommovimento» politico.

«Non c’è una prospettiva per i singoli paesi al di fuori dell’unità e dell’integrazione», ma occorre «riacquistare un ruolo sul piano internazionale», ha osservato il capo dello stato, «ma temo che in campagna elettorale sarà arduo parlare di questi temi, di politica estera, non se ne parla più per nulla» anche perché c’è «questa tendenza delle istituzioni Ue a ripiegarsi su stesse e a parlare solo dei problemi interni all’Ue, una tendenza che è stata fatale per lo sviluppo e la costruzione di una politica estera e di sicurezza comune i cui limiti sono rimasti gravissimi e dovremo cercare di superarli».

Secondo il capo dello stato, «non possiamo opporre l’euroretorica alle pulsioni antieuropee, dando una rappresentazione acritica al processo europeo. Dobbiamo dare una rappresentazione critica anche alle politiche anticrisi per entrare in sintonia con l’elettorato».

Vedi anche

Altri articoli