Il governo degli abusi

Focus

In questi sei mesi però il segno dell’economia è passato da più a meno, il PIL è negativo dopo 14 trimestri di crescita consecutiva, la fiducia delle imprese è crollata

Oggi il Governo del cambiamento festeggia i primi sei mesi. Non è vero che non è cambiato nulla: il mondo di riferimento culturale di Di Maio è pienamente felice. Guardate cinque fatti, oggettivi, e tirate le conseguenze voi stessi.

  1. Hai fatto abusi edilizi? Ti fanno il condono.
  2. Non hai pagato le tasse? Ti stracciano le cartelle Equitalia.
  3. Dai lavoro in nero alla colf o al muratore? Ti giustificano, lo fanno tutti.
  4. Prendi lavoro in nero? Ti chiedono di non denunciare, nemmeno se ti fai male. Tanto prima o poi avrai il reddito di cittadinanza e potrai continuare col lavoro in nero.
  5. Hai rubato soldi coi rimborsi regionali? Ti cambio la legge sul peculato.

Io non ho fatto abusi, pago le tasse e i contributi per il lavoro, non ho procedimenti per peculato. Quindi questo Governo non ha fatto nulla per me. Per le persone oneste questo governo non ha fatto assolutamente nulla.

In questi sei mesi però il segno dell’economia è passato da più a meno, il PIL è negativo dopo 14 trimestri di crescita consecutiva, la fiducia delle imprese è crollata. Dovevano abolire la povertà, ci hanno riportato in recessione.

Siamo ottimisti: noi speriamo che nei prossimi sei mesi l’azione di questo governo migliori. E migliorerà dai. Perché se pensi a ciò che fanno Toninelli, Castelli, Lezzi una certezza ce l’hai: peggiorare non si può.

(Post Facebook di Matteo Renzi)

Vedi anche

Altri articoli