Addio Bernardo Bertolucci, ultimo maestro del cinema italiano

Focus

Unico italiano a vincere l’Oscar alla regia si è spento a Roma Bernardo Bertolucci regista di Ultimo tango a Parigi e L’Ultimo imperatore

Si è spento a Roma all’età di 77 anni Bernardo Bertolucci. Regista, poeta, documentarista,  produttore, polemista, autore per eccellenza del cinema italiano, star del cinema internazionale. La carriera del maestro nato a Parma il 16 marzo del 1941 parla da sola. I suoi film sono un’icona del cinema mondiale:  Il conformista, Ultimo tango a Parigi, Il tè nel deserto, Novecento e L’ultimo imperatore. 

Biografia

Figlio del poeta Attilo Bertolucci e fratello di Giuseppe, regista defunto nel 2012, la vita di Bernardo Bertolucci è legata a doppio filo a cinema e cultura. Amico di Pasolini, vicino ai grandi personaggi della cultura italiana da Moravia a Elsa Morante, la sua idea di cinema ha sin da subito fatto scalpore. Le sue idee rivoluzionarie hanno ispirato tanti registi nel corso degli anni. Insieme a Marco Bellocchio è il padre della Nouvelle Vague italiana.

Il cinema

I capolavori del maestro sono molteplici e sono una pietra miliare del cinema mondiale. Tanti i grandi attori che ha diretto ad iniziare dalla collaborazione con il grandissimo Marlon Brando, che ha interpretato Paul protagonista dello “scandaloso” Ultimo tango a Parigi grazie a cui Bertolucci nel 1972 raggiunse la fama internazionale. Tanti altri sono stati i grandi attori del cinema mondiale diretti da Bertolucci: Robert De Niro, Gérard Depardieu, Donald Sutherland, Sterling Hayden, Burt Lancaster, Keanu Reeves, Jeremy Irons, Liv Tyler, Eva Green e tanti altri.

I 9 Oscar con L’Ultimo imperatore

E’ L’Ultimo Imperatore il film più premiato del regista italiano, unico a vincere l’Oscar alla regia. Nella notte degli Oscar 1988 vinse ben 9 statuette tra cui miglior regia e miglior film. Un colossal che sbancò i botteghini sia negli Stati Uniti che in Italia.

Vedi anche

Altri articoli