Addio Ennio Fantastichini, grande maschera del nostro cinema

Focus

Il grande attore aveva 63 anni. Da Porte aperte a Ferie d’agosto

Una gravissima forma di leucemia ha portato via il grande attore Ennio Fantastichini. Aveva solo 63 anni e forse sembravanoi anche meno. È stato un attore di prim’ordine, una maschera nervosa frutto di un meditato lavoro di recitazione, un volto mobile, uno sguardo penetrante, un caratterista che poteva benissimo fare il protagonista.

Di Fantastichini si ricordano tantissime interpretazioni, al cinema e anche in televisione. Impegnato in teatro, è stato un bravissimo Re Lear.

Vengono in mente due film completamente diversi: Porte aperte, il film che gli diede notorietà diretto da Gianni Amelio tratto da Sciascia, accanto a un monumentale Gian Maria Volontè. Una parte fosca, fortemente drammatica, una ottima interpretazione che non sfigurata dinanzi a quella di Volontè.

Il secondo film è Ferie d’agosto di Paolo Virzì. Tutti ricordiamo la fulminante caratterizzazione di Fantastichini nei panni del romanaccio arraffone e berlusconiano nella sua versione più truce e insopportabile. Commedia allo stato puro: Fantastichini sapeva anche far sorridere. Un grande.

 

 

Vedi anche

Altri articoli