Al Foro è l’ora della verità: il baby fenomeno Zverev contro il rinato Djokovic

Focus

Il giovanissimo fenomeno tedesco sfida l’ex numero uno del mondo

È arrivato il giorno dell’incoronazione del nuovo re del tennis degli Internazionali di Roma IBI2017. A scontrarsi tra poche ore, nel Centrale infuocato dal sole e dal tifo, il ritrovato Novak Djokovic – numero 2 ATP – e la promessa della next generation Alexander Sasha Zverev.

Tutti erano pronti alla sfida della rottamazione, con un’inedita finale per un Master 1000 tra il giovane tedesco dalle origini russe, Zverev, e l’altro fenomeno della nuova generazione Dominic Thiem (23 anni). E, invece, avevano fatto i conti dimenticando che, tra il dire e il fare, c’è il tennis e un ragazzo di origine serbe, tale Novak Djokovic.

Nella serata di ieri, Nole ha letteralmente umiliato il giovane austriaco che, fin qui, quest’anno aveva dimostrato di essere tra i più forti sulla terra rossa. Ma Djokovic è tornato a fare il Djokovic degli anni passati. Salito in cattedra, non ha lasciato neanche le briciole ad un Thiem che è sembrato un giovane esordiente al primo turno. Un treno in corsa: 6-1, 6-0. Questo il finale di partita dopo soli 59 minuti. Addio rottamazione e addio sogni di gloria per la next generation a Roma.

Tra poche ore sapremo se Djokovic è tornato finalmente ad essere quello straordinario schiacciasassi che il tennis mondiale conosceva o se l’astro nascente Zverev ha deciso che è finito il tempo di aspettare e che d’ora in avanti è con lui che dovranno fare i conti.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli