Al via la seconda prova per la Maturità 2019

Focus

Avranno 6 ore di tempo per terminare il compito, ma la durata è diversa a seconda degli indirizzi

Una traduzione di Tacito e una versione di Plutarco da commentare. Sono questi i due autori scelti dal Miur per gli studenti del Liceo Classico per la seconda prova della Maturità, che per la prima volta prevede due materie di indirizzo anziché una. Per il Classico, quindi, ci sono greco e latino: la versione di Tacito, secondo le prime indiscrezioni, è un brano tratto da Historiae. L’oggetto della traduzione è la fine di Galba. Per quanto riguarda lo Scientifico, invece, la seconda prova prevede matematica e fisica. Pochissimi i licei, gli istituti tecnici e i professsionali che si ritroveranno con una traccia. Tra questi i maturandi di Ragioneria con Economia Aziendale e i quelli del Liceo Artistico e Coreutico.

Avranno 6 ore di tempo per terminare il compito, ma la durata è diversa a seconda degli indirizzi, e cercare di ottenere il massimo dei voti, che è pari a 20, mentre quello minimo è di 0. La seconda prova al liceo scientifico della Maturità 2019 sarà per la prima volta mista o multidisciplinare, cioè ci saranno fisica e matematica insieme. La decisone del Miur ha lo scopo di accertare in questo modo “le conoscenze, le abilità e le competenze attese dal profilo educativo culturale e professionale della studentessa o dello studente dello specifico indirizzo”. Gli studenti del liceo scientifico avranno massimo 6 ore per completare la seconda prova, come visto durante le simulazioni. È consentito l’utilizzo di calcolatori, ad eccezione di quelli programmabili (Cas). La prova si compone di due problemi e otto esercizi. Tra questi gli studenti dello scientifico devono scegliere un problema e 4 quesiti che giudicano più accessibili secondo le loro conoscenze e competenze.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli