Panico tra la folla: 6 morti e più di 100 feriti in una discoteca di Ancona

Focus

Sotto accusa ancora lo spray al peperoncino, una vera e propria arma legalizzata

Sono un centinaio i feriti di cui più di una decina in gravi condizioni rimasti schiacciati nella calca nella discoteca di Corinaldo, probabilmente dopo che qualcuno aveva scatenato il panico con uno spray urticante. Le vittime sono cinque ragazzi minorenni (tre ragazze e due ragazzi, tra i 14 e i 16 anni) e una madre di 39 anni che aveva voluto accompagnare la figlia le vittime. Nella discoteca c’erano circa mille persone riunitesi per il concerto del rapper Sfera Ebbasta, probabilmnte troppe rispetto alla capacità del locale. Il vicepremier Di Maio ha scelto di divulgare i nomi delle vittime tramite il suo account Facebook personale: sono Asia Nasoni, 14 anni, di Senigallia; Daniele Pongetti, 16 anni, di Senigallia; Benedetta Vitali, 15 anni, di Fano; Matttia Orlandi, 15 anni, di Frontone; Emma Fabini, 14 anni, di Senigallia e la mamma Eleonora Girolimini, 39 anni, di Senigallia.

E’ stato aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo plurimo e intanto il locale è stato messo sotto sequestro. l premier Conte e il ministro dell’Interno Salvini si sono recati sul posto.

“Le indagini sono in corso. Ho il cuore spezzato, è una tragedia immane, vedere i lenzuoli che coprono il corpo di quei ragazzi è stato terribile”. Non trattiene le lacrime di commozione il questore di Ancona, Oreste Capocasa, reduce da un nuovo sopralluogo alla discoteca di di Corinaldo. “In tanti anni -dice all’Adnkronos- non mi era mai capitato di assistere a una scena del genere. Sono ancora provato, sono padre e penso allo strazio dei genitori delle vittime in questo momento. Proseguiamo gli accertamenti per fare luce sulle cause di quanto accaduto”.

Una tragedia assurda che ricorda i fatti di Piazza Castello a Torino, quando qualcuno spruzzò lo spray urticante, una vera e propria arma liberalizzata che rischiò di provocare una strage. “Lo spray urticante è una delle ipotesi, stiamo seguendo tutte le ipotesi” dice Cristian Carrozza del comando provinciale dei carabinieri di Ancona ai microfoni di Rainews 24 sulla tragedia nella discoteca ‘Lanterna azzurra’ a Madonna del Piano di Corinaldo (Ancona).

Il ministro degli Interni Salvini ipotizza che all’interno della struttura ci fosse molta più gente rispetto a quanto previsto: “Mi sembra che la capienza fosse inferiore alle 900 persone, anche una unità in più è stata un errore che ha complicato tutto. Io mi tengo in contatto costante”.

In apertura di lavori della camera dedicata alla legge di Bilancio i deputati hanno ricordato le vittime di stanotte nella discoteca vicino ad Ancona. Il primo a intervenire è stato Emanuele Fiano del Pd. “Spero che oggi l’aula terrà un comportamento consono visto quanto accaduto”. Al termine dell’intervento del deputato dem è partito un applauso dell’aula e i deputati, compreso il presidente di turno Ettore Rosato, si sono alzati in piedi.

 

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli