Austria, Kurz scarica l’alleato sovranista (pronto a farsi comprare dagli oligarchi russi)

Focus

Il vice-cancelliere Strache (grande amico di Salvini) disponibile ad appoggiare la scalata dei russi al principale quotidiano nazionale e farsi finanziare in maniera illegale

Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz esclude ulteriori collaborazioni con il vicecancelliere e il leader dell’FPOe Heinz-Christian Strache. La decisione è giunta il giorno dopo la pubblicazione di un video compromettente per il vicecancelliere.

La bufera nella maggioranza di governo austriaca è stata scatenata da immagini riprese con una telecamera nascosta da parte di Der Spiegel e Sueddeutsche Zeitung. Danno conto di un incontro ad Ibiza con una sedicente nipote di un oligarca russo, Aljona Makarowa, che si offriva di investire circa 250 milioni di euro per acquisire quote della stampa austriaca, in particolare del quotidiano Kronen Zeitung, con soldi in nero di provenienza ignota.

Se lei acquisisce la Kronen Zeitung tre settimane prima delle elezioni e ci mette al primo posto, possiamo parlare di tutto“, dice Strache (grande amico di Matteo Salvini) nel video. La donna era in realtà un’adescatrice e l’incontro ad Ibiza una trappola. Nel video che documenta 7 ore di incontro il vice-cancelliere austriaco e il suo braccio destro Johann Gudens si lasciano andare ad elogi del sistema di Viktor Orban di controllare la stampa. Tra le opzioni di investimento proposte alla russa si parla anche di finanziare il partito l’Fpoe – il partito del vice-cancelliere – con forme di finanziamento “discutibili”, cioè passando attraverso circoli ed associazioni in modo da aggirare la Corte dei conti e le leggi austriache in tema di finanziamento ai partiti. Strache e Gudens avevano confermano l’incontro a Der Spiegel e Sz, ricordando “un’atmosfera di festa e di bevute”.

Sotto le pressioni del cancelliere Kurz, il leader del FPOE si è dimesso, non risparmiando critiche (assurde) ai giornali: “Hanno atteso due anni per perpetrare questo attentato politico messo in scena segretamente”

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli