Le azalee sulla Scalinata? Merito della Raggi, anche se è una tradizione che dura da 81 anni

Focus

Il presidente della commissione Ambiente del comune di Roma sul Facebook: “Uno spettacolo unico, voluto dall’assessorato all’ambiente e dalla commissione”

Continuano le grandi opere e innovazioni della Giunta Raggi. Questa volta tocca alle azalee posizionate sulla scalinata di Trinità dei Monti, meglio conosciuta come la scalinata di piazza di Spagna. Dimenticandosi degli ottanta precedenti, infatti, il presidente della commissione Ambiente al Campidoglio Daniele Diaco si è vantato su Facebook del posizionamento di 300 azalee: “Trecento azalee posizionate dal Servizio giardini sulla scalinata di piazza di Spagna. Uno spettacolo unico, voluto dall’assessorato all’ambiente e dalla Commissione ambiente, con l’obiettivo di far rifiorire questa meravigliosa città”.

Peccato che il posizionamento sulla meravigliosa scalinata, uno degli scorci più fotografati al mondo, sia una tradizione che ormai è all’ottantunesima edizione. In questi ottantuno anni solo una volta le azalee non sono state posizionate, nel 2016 quando il restauro voluto da Ignazio Marino e finanziato da Bulgari costrinsero l’amministrazione a spostare l’istallazione sulla scalinata del Campidoglio e sulla salita di San Pietro in Carcere.

Una mostra per il Natale di Roma

Il 21 aprile, giorno in cui si celebra la fondazione di Roma, si avvicina e come da tradizione sono state istallate sulla scalinata i vasi con le azalee. Come abbiamo scritto sopra è una tradizione che nel 2018 raggiunge l’81esima edizione.

A chi ha commentato il post facendoglielo presente, Diaco ha prontamente risposto: “Sono il doppio dell’anno scorso”. Peccato che era stata proprio l’attuale amministrazione a diminuire il numero delle azalee come si può vedere nella foto a fianco che ritrae la scalinata nel 2012.

Naturalmente sotto il post si è scatenato il dibattito, con militanti del M5s, spesso non romani, che fanno i complimenti per l’iniziativa e romani, grillini e non, che sottolineano come i fiori sulla scalinata ci siano sempre stati e se c’è una cosa che ha fatto l’attuale amministrazione è stato quella di diminuirli.

Ma andando oltre al dibattito e allo scambio di accuse la verità è che la totale immobilità della giunta Raggi porta i suoi stessi componenti, o membri del consiglio a esaltare iniziative che fanno parte dell’ordinaria amministrazione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(Foto anni ’60, dal sito nextquotidiano.it)

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli