X

Domenica la Basilicata al voto. Zingaretti a sostegno di Trerotola

Dopo l’Abruzzo e la Sardegna, sarà la Basilicata la terza regione a scegliere il proprio presidente in questo 2019. A sfidarsi sono quattro candidati: Carlo Trerotola per il centrosinistra, Vito Bardi per il centrodestra, Antonio Mattia per il M5s e Valerio Tramutoli per Possibile. La sfida, secondo gli ultimi sondaggi disponibili, dovrebbe essere tra il centrodestra e il centrosinistra.

Fuori dalla partita, secondo i sondaggi, il candidato grillino. Come già successo in Abruzzo e in Sardegna, si dovrebbe assistere all’ennesimo crollo del M5s che alle politiche aveva trionfato in regione con oltre il 44%. La campagna elettorale ha visto tanti leader nazionali in Basilicata per spingere i candidati alla vittoria.

Trerotola nei giorni scorsi ha ricevuto il sostegno del presidente del Pd Paolo Gentiloni e del segretario Nicola Zingaretti, che oggi tornerà al suo fianco per la chiusura della campagna elettorale. Due le iniziative previste in giornata per il segretario dem, la prima nel pomeriggio a Policoro e poi la chiusura in serata a Matera.

Zingaretti lunedì a Potenza aveva chiesto ai cittadini di unirsi in difesa della Basilicata: “Il messaggio che voglio dare da qui, con tutta la passione possibile, è di unirci non intorno a una persona o a una colazione: unitevi e difendete la Basilicata, la vostra terra da chi vuole prenderla in giro. In Basilicata deve vincere questa alleanza per mandare un messaggio al governo di questa Repubblica: i cittadini italiani non sono polli d’allevamento, che qualsiasi cosa dici ci credono”. Sottolineando poi le parate e le promesse di Salvini e Di Maio in Sardegna e Abruzzo, regioni dimenticate il giorno dopo il voto.

Sarà una sfida all’ultimo voto per la conquista di una regione strategica nel Sud Italia. La prima elezione da quando Nicola Zingaretti è stato eletto segretario del Partito democratico. Servirà anche il suo aiuto per convincere i tanti indecisi che saranno l’ago della bilancia.

Una campagna elettorale con molti veleni e accuse, che Carlo Trerotola ha voluto giocare sulle proposte. Lo ha fatto parlando di cose concrete: di green economy, di lavoro, di sanità, di infrastrutture e di turismo e cultura. Un settore quest’ultimo che può rappresentare un volano per la crescita, e Matera capitale europea della cultura è una straordinaria occasione.

Articolo originale

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie.