Bologna, attentato alla caserma dei carabinieri: arrestato anarchico francese

Focus

L’esplosione provocò ingenti danni alla struttura e anche un violento incendio all’interno dei locali

Un anarchico francese, Cedric Rene’ Michel Tatoueix, è stato fermato ieri sera come responsabile dell’attentato incendiario alla caserma dei Carabinieri di Corticella, avvenuto a Bologna il 27 novembre scorso. A Tatoueix, 36 anni e senza fissa dimora, i Carabinieri di Bologna e i colleghi del Ros sono arrivati al termine di una serrata attività tecnica, di prolungati servizi di osservazione e sorveglianza: per l’uomo, che aveva contatti con gli ambienti anarchici bolognesi, è scattato un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Direzione distrettuale Antimafia e antiterrorismo della Procura di Bologna.

L’accusa è di attentato con finalità terroristiche o di eversione e possesso ed esplosione di bombe o materie esplodenti. La notte del 27 novembre, davanti alla stazione dei Carabinieri di Corticella, esplose un ordigno rudimentale costituito da due taniche contenenti liquido infiammabile.

L’esplosione provocò ingenti danni alla struttura e anche un violento incendio all’interno dei locali, che rimase contenuto solo grazie al pronto intervento dei militari. Sul posto intervennero anche i Vigili del Fuoco e personale della Scientifica, nonchè il nucleo artificieri del Reparto operativo Carabinieri.

La scena è stata interamente registrata dalle telecamere di videosorveglianza della caserma, che hanno immortalato un’azione messa in atto da almeno tre individui.

Il tipo di ordigno ed il modus operandi utilizzato ha fin da subito indirizzato le indagini sulla matrice anarchica dell’attentato: l’azione è stata infatti subito interpretata come ispirata alla campagna di solidarietà verso i sette anarchici della Federazione Anarchica Informale arrestati in settembre nell’operazione “Scripta Manent”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli