La lezione di Bono Vox sull’Europa: “I veri patrioti cercano l’unità più che l’omogeneità”

Focus

Il leader degli U2 scrive sul Frankfurter Allgemeine Zeitung: “Come diceva la grande Simone Veil l’Europa è il grande progetto del 21esimo secolo”

L’Europa in questa periodo non è un’idea che appassiona, non accende più gli animi. E’ sempre più il capro espiatorio per leader politici impegnati a far propaganda, è l’istituzione cattiva che non permette di realizzare riforme e che impone obblighi. Un continuo attacco che sta portando sempre più persone a non credere a quel sogno, che già oggi nella sua versione non completa –  sicuramente da riformare – permette a molti stati membri, di non fallire.

Con questo sogno e contro i nazionalismi si schiera Bono Vox, che a pochi giorni dall’inizio del tour degli U2 nel Vecchio Continente in programma venerdì a Berlino con un articolo scritto per il quotidiano tedesco Frankfurter Allgemeine Zeitung dal titolo “L’Europa è un pensiero che ha bisogno di diventare un sentimento”, racconta che sul palco dell’Experience + Innocence Tour campeggerà la bandiera dell’Europa.

Nell’articolo Bono Scrive:

“Mi è stato detto che una rock band dà il suo meglio quando è un po’ trasgressiva: quando si spinge oltre i limiti del cosiddetto buon gusto, quando sciocca, quando sorprende. Bene, gli U2 cominciano il tour questa settimana a Berlino e abbiamo avuto una delle nostre idee più provocatorie: durante lo show sventoleremo una grande, luminosa bandiera blu dell’Unione europea. L’Europa è difficile da vendere in Europa di questi tempi nonostante non ci sia posto migliore dove essere nati negli ultimi 50 anni. Anche se c’è ancora molto lavoro da fare per allargare i benefici della prosperità, gli europei hanno un’educazione migliore, sono maggiormente protetti dagli abusi delle grandi multinazionali e conducono delle vite migliori, più lunghe, più sane e nettamente più felici di quelle della gente che vive in qualunque altra regione del mondo. Sì, anche più felici. Queste cose si possono misurare”.

Il leader degli U2 sottolinea come da irlandese si senta vicino all’Europa. Si dice fiero, da europeo, di come i tedeschi hanno accolto i profughi siriani, delle lotte dell’Europa sul cambiamento del clima e per mettere fine alla povertà estrema, e dell’accordo di pace del Venerdì Santo per l’Irlanda, che ha messo fine al conflitto armato tra cattolici e protestanti sull’isola.

Ma allo stesso tempo lancia un allarme:

“Tutte queste conquiste sono a rischio, perché il rispetto per il diverso – la premessa dell’intero sistema europeo – viene sfidato e, come dice il mio concittadino John Hume, i visionari europei hanno deciso che la differenza non è una minaccia. La differenza è l’essenza dell’umanità e dovrebbe essere rispettata, celebrata e addirittura coltivata”. Secondo Bono “stiamo assistendo a una spettacolare perdita di fede in questa idea, i nazionalisti ritengono la diversità come un pericolo, una visione del futuro che a me sembra quella del passato. Io amo le nostre differenze: i nostri dialetti, le nostre tradizioni, le nostre peculiarità. E credo che lascino spazio per quello che Churchill chiamava il patriottismo allargato: essere irlandese e europeo, non o irlandese o europeo. La parola patriottismo ci è stata rubata dai nazionalisti e dagli estremisti che chiedono uniformità. Ma i veri patrioti cercano l’unità più che l’omogeneità. Riaffermare questo per me è il vero progetto europeo”.

Infine si chiede:

“Riusciremo a mettere il cuore in questa battaglia? Può darsi che non ci sia nulla di romantico o sexy in un progetto, ma come diceva la grande Simone Veil, l’Europa è il grande progetto del 21esimo secolo. I suoi valori e le sue aspirazioni fanno dell’Europa qualcosa di più di un luogo geografico. Vanno all’essenza di ciò che siamo come esseri umani e di chi vogliamo essere. Quell’idea di Europa merita canzoni da scrivere e grandi luminose bandiere blu da sventolare. Per prevalere in questi tempi tormentati, l’Europa è un pensiero che deve diventare un sentimento”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli