Botta e risposta Salvini-Martina: “Chi non ha memoria non ha futuro”

Focus

Anche stavolta Salvini non ha perso l’occasione per aizzare odio e violenza rimarcando la differenza sostanziale con il Pd

Non perde mai l’occasione di provocare, l’aizzatore di odio per antonomasia, Matteo Salvini. Anche oggi in una giornata importante per il nostro Paese come quella che ha visto sfilare per le vie della città migliaia di persone, preoccupate per un ritorno alla violenza e allo stesso modo determinate a bloccarla sul nascere, ha dovuto straparlare. Lo ha fatto da piazza Duomo a Milano alla manifestazione “Prima gli italiani” per dire che “a Roma c’è un’altra piazza con gente che non la pensa come me ma a cui va il mio saluto e rispetto. Ma il bello di piazzo Duomo è che noi stiamo proponendo ai nostri figli un’idea di futuro. In altre piazze si parla di passato, noi cambieremo questo paese a mani nude, col volto scoperto e il sorriso”.

Niente di più diverso dalla realtà delle cose e dal multiculturalismo delle nostre città.

E infatti arriva immediata la risposta del vice segretario del Pd, Maurizio Martina: “Salvini dice che a Roma sfila il passato? Io gli dico che chi non ha memoria, non ha futuro. Nel giorno dell’anniversario della morte del presidente partigiano Sandro Pertini siamo qui perché vogliamo in tanti un’Italia più giusta e più forte di ogni violenza, di ogni razzismo e di ogni xenofobia”.

Un’idea d’Italia così lontana da quella di Salvini e della sua piazza. Un’idea che guarda davvero al futuro.

Vedi anche

Altri articoli