Martina: “Paralisi inaccettabile, altro che cambiamento”

Focus

Il segretario reggente Maurizio Martina insieme ai capigruppo di Camera e Senato Graziano Delrio e Andrea Marcucci hanno fatto il punto sulla situazione politica

“Basta chiacchiere, basta commedie, basta giochetti: se non sono in grado di formare un governo lo dicano chiaramente e consentano al Parlamento di cominciare a lavorare per l’Italia”. E’ una presa di posizione durissima quella del Partito Democratico nei confronti dei due protagonisti della fase di grande incertezza politica che sta vivendo il Paese: Luigi Di Maio e Matteo Salvini.

Nel corso di una conferenza stampa al Nazareno, Maurizio Martina, Graziano Delrio e Andrea Marcucci attaccano frontalmente i leader di Cinque Stelle e Lega: “Abbiamo assistito ancora a un balletto di dichiarazioni che ci preoccupa molto – ha detto il reggente dem – siamo di fronte a un’inaccettabile paralisi. Messi alla prova dei fatti questi leader ci stanno regalando pratiche e percorsi che non hanno nulla a che vedere con il cambiamento, ma hanno a che vedere con la restaurazione, sia nel merito che nel metodo”. Una situazione ai limiti della correttezza istituzionale. Martina ricorda a Salvini e Di Maio l’articolo 95 della Costituzione, che definisce il ruolo del presidente del Consiglio: “Come si fa a parlare di governo e di programma se ancora non si sa chi lo dovrà guidare?”.

Governare il Paese, ricorda ancora, “non vuole dire raccontare favole e magari finire per regalare degli incubi. Siamo pronti a dare battaglia alle ipotesi uscite in questi giorni: dalla flat tax ideata per i più ricchi al ritorno all’epoca dei condoni. Non arretriamo, il Paese non può più assistere a questa commedia”.

Il Pd chiede con forza che le due Camere siano messe nelle condizioni di cominciare a lavorare. “Dopo settanta giorni di chiacchiere – spiega Delrio, capogruppo dem a Montecitorio – è giunto il momento di occuparsi di cose serie, non c’è tempo da sprecare. La prima emergenza da affrontare è quella della regolare attività parlamentare: chiediamo al presidente della Camera di far entrare in attività da subito le commissioni permanenti“. Nel merito, il Pd chiede di affrontare “l’emergenza sociale” attraverso due proposte di legge “immediatamente attuabili e credibili”: l’estensione del reddito di inclusione “che costa 4 miliardi e consentirebbe di sradicare la povertà in Italia nel giro di dodici mesi” e un assegno universale a sostegno dei figli, “una rivoluzione fiscale che mette insieme tutte le misure pensate per la famiglia”.

Le pressioni che i dem eserciteranno per far avviare l’attività parlamentare saranno le stesse a Montecitorio e Palazzo Madama, come garantisce il capogruppo del Pd al Senato Andrea Marcucci: “Lega e M5s stanno tenendo mille parlamentari bloccati, impedendo al Parlamento di lavorare. Ci sono da disinnescare le clausole di salvaguardia sull’iva. Vanno trovati subito 12,5 miliardi, altrimenti se ne assumeranno la responsabilità politica”. Questo quadro, conclude Marcucci, “non è più accettabile. Sono incapaci di rispondere adeguatamente alle richieste di un Paese che ha bisogno di risposte chiare e veloci”.

I prossimi giorni saranno decisivi per capire quale sarà il futuro del governo. Di certo, il risveglio, per chi in campagna elettorale ha promesso di tutto, potrebbe essere traumatico. “Quando Salvini dice ‘O si ridiscutono i trattati europei o questo è il libro dei sogni’ verrebbe da dirgli ‘Benvenuto sulla Terra'”, osserva Martina. “Quella frase – chiude il reggente dem – è il manifesto politico di chi sa di aver promesso l’irrealizzabile ed ora è in grande difficoltà perché sa di non poter seguire le sue parole. Sembra che prendano tutto come un gioco, ma questo non è un gioco. Chiediamo subito a Lega e Movimento Cinque Stelle di dismettere la loro campagna elettorale permanente e riconoscere il loro fallimento“.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli