Di Maio chiude con Salvini: “Se fallisce tentativo col Pd si torna al voto”

Focus

Il capo politico del M5s dopo l’incontro con Fico: “Qualsiasi ipotesi di governo con la Lega si chiude qui”. E dice al Pd: “Vediamoci per preparare il contratto di governo”

Luigi Di Maio ha ufficialmente chiuso il forno con Matteo Salvini. L’ha detto, senza mezzi termini, dopo aver incontrato il presidente della Camera Roberto Fico, incaricato dal Quirinale di sondare una possibile intesa tra il Pd e i Cinque Stelle. “La Lega ha scelto l’irrilevanza – ha detto il capo politico del M5s – abbiamo provato in tutti i modi, ma è chiaro che una qualsiasi ipotesi di governo di centrodestra o con il centrodestra non è più percorribile, forse gli unici che non l’hanno capito sono loro. Per me qualsiasi discorso con la Lega si chiude qui”.

Rimane aperto, invece, il forno con il Pd, soprattutto dopo le dichiarazioni di Martina di qualche ora prima. “Le sue parole – ha detto Di Maio – vanno nella direzione di un’apertura, noi ci siamo sui temi per firmare un contratto di governo per il cambiamento del Paese, ma non rinunciamo ai nostri temi”. Il leader Cinque Stelle si è detto disponibile a incontrare i vertici del Pd quanto prima per capire se ci sono le condizioni programmatiche per mettere in piedi una trattativa che porti alla stesura e alla firma del contratto di governo. Contratto che, ha ribadito, “dovrà comunque essere ratificato dai nostri iscritti sulla piattaforma Rousseau”.

Pur riconoscendo che “M5s e Pd, così come M5s e Lega, sono forze tra loro alternative”, Di Maio ha sottolineato come le condizioni politiche impongano di trovare degli accordi per dare un governo al Paese. Infine ha chiarito che “se fallisse questo tentativo con il Pd, noi siamo per tornare al voto, non siamo disponibili a governi tecnici o istituzionali”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli