Dibba, siamo in pensiero per te

Focus

Alessandro Di Battista è scomparso da un mese sui social e in tv

Scomparso. In un puf. Nessun segnale sui social. Invisibile in tv. E a questo punto iniziamo davvero a preoccuparci. Forse sarebbe il caso chiamare Federica Sciarelli e la sua squadra per capire che fine abbia fatto Alessandro Di Battista.

Eppure nessuno lo cerca, lo nomina, lo evoca. Strano, visto che  è sempre stato uno dei comunicatori più efficaci tra i Cinquestelle. Uno dei parlamentari pentastellati che andava di più in televisione. Il frontman grillino per eccellenza. Certo, sempre in collegamento e mai con il contraddittorio, ma questa è un’altra storia.

E ora? Mentre il M5s crolla nei sondaggi e prende batoste su Tav ed elezioni, lui tace. Messo in stand-by. Ci si chiede legittimamente. Pausa da che, per  cosa? Di riflessione? Di punizione?

L’ultima volta che è stato visto era da Floris a Dimartedì, il 12 febbraio, e il giorno dopo il video della sua esibizione caricato su Facebook. Anche qui gli chiedono “Dibba, ma sei ancora vivo. Sei andato in Nicaragua a fare una mattata delle tue? Batti un colpo, ti prego che qui stiamo tutti in ansia!”.

Da allora però tutto tace. Non si è fatto trovare nemmeno al Villaggio Rousseau di Milano domenica 10 marzo. Anche qui l’assenza si è fatta notare. Si dice che Di Battista debba andare in India, un viaggio annunciato qualche tempo fa. La cosa certa è che dopo la sconfitta alle regionali, il pentastellato non ha aiutato il M5s a risalire nei sondaggi. Anzi, da molti è stato indicato come uno dei colpevoli del risultato. E forse per questo è arrivato il suo passo indietro.

Se poi aggiungiamo altri due elementi il quadro si chiarisce ulteriormente: lo scandalo scoppiato sul padre e i lavoratori in nero e la bile causata dal voto sulla piattaforma Rousseau che ha salvato Salvini.

Insomma da allora il grillino è stato messo dietro alla lavagna. Ma ora davvero iniziamo a preoccuparci: caro Alessandro, scrivi, telefona, insomma fatti sentire. Siamo tutti in pensiero!

 

 

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli