Diritti, clima e cooperazione: l’incontro tra Mattarella e Xi Jinping

Focus

Al Quirinale l’incontro tra il presidente della Repubblica italiana e il suo omologo cinese

Il momento principale della visita del presidente cinese Xi Jinping a Roma è coinciso con l’incontro al Quirinale con il Capo dello Stato Sergio Mattarella. Un colloquio formale ma molto cordiale, al termine del quale i due hanno rilasciato importanti dichiarazioni. Il presidente della Repubblica, in particolare, ribadendo l’importanza strategica di un rafforzamento dei rapporti tra l’Italia (e l’Unione Europea) con la Cina, ha posta l’attenzione sul tema dei diritti umani.

“Anche alla luce del mandato italiano nel Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite, desidero auspicare che, in occasione della sessione del Dialogo UE-Cina sui diritti umani, che si svolgerà a Bruxelles, dopo che quella che si è svolta a Pechino lo scorso luglio, si possa proseguire un confronto costruttivo su temi così rilevanti”. Non è mancato, inoltre, nelle parole di Mattarella, un riferimento diretto alle questioni legate al climate change, che da settimane ha conquistato la ribalta delle cronache mondiali. “La Cina – ha detto il Capo dello Stato – è un Paese decisivo, ma anche noi stiamo facendo la nostra parte per superare resistenze di altri Paesi per l’applicazione su accordi di Parigi e per andare oltre essi, visto che sono solo una tappa”.

Xi Jinping, dal canto suo, ha aperto ad un confronto su queste due questioni, auspicando anch’egli un ulteriore sviluppo nella collaborazione tra i due Paese. “Con l’Italia – ha detto – non c’è mai stato nessun conflitto, vogliamo consolidare la fiducia politica e valorizzare la collaborazione nei trasporti, nei porti, nelle infrastrutture. Siamo disponibili a importare sempre di più prodotti italiani di qualità”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli