“Dobbiamo ripensare la forma partito, integrare territori e social”. Parla Gianni Dal Moro

Focus

Il nuovo responsabile Organizzazione del Pd: “Gli iscritti, le feste, i volontari, i circoli devono vivere e convivere con internet e le nuove tecnologie”

“Vivo questo impegno con uno spirito di servizio e con grande determinazione”. A parlare è Gianni Dal Moro, nuovo responsabile Organizzazione del Partito Democratico, da pochi giorni nominato nella segreteria di Maurizio Martina. Un ruolo fondamentale per una macchina grande e complicata come quella del Pd.

Dobbiamo ripensare alla forma partito per come la intendiamo e per come l’abbiamo ereditata. Dobbiamo mettere in collegamento il brand, la nostra comunità con i territori e la leadership”. Un compito ambizioso, che passa, chiaramente per un nuovo approccio anche nei confronti delle nuove tecnologie.

“I circoli degli iscritti sul territorio vanno integrati con i circoli dei social. Cercherò di mettere insieme anni di esperienza passati nelle macchine organizzative del partito con il fatto che sono un imprenditore della comunicazione. Sono due sensibilità che convivono dentro di me, due anime che vorrei far vivere anche nel Pd. Gli iscritti, le feste, i volontari, i circoli devono vivere e convivere con i social, internet, le nuove tecnologie”.

Trovare una sintesi, una positiva integrazione tra due strumenti così potenti potrebbe rappresentare la vera chiave di volta per il Pd. Di sicuro è una sfida necessaria per far vivere un partito nella società del nostro tempo. Una sfida difficile, ma che va colta e portata avanti fino in fondo. Con determinazione, appunto.

Vedi anche

Altri articoli