Ballottaggi, crollo del centrosinistra. Martina: “Ricostruire il Pd con umiltà e coraggio”

Focus

La Lega si afferma in Toscana e in Emilia, il Pd vince a Roma, Ancona, Brindisi, Teramo, Trapani e Brescia

Avanza la Lega, crolla la sinistra. Su 20 Comuni andati al voto di ieri ben 16 hanno cambiato colore rispetto alle precedenti amministrative.

La regione in cui il centrosinistra esce più sconfitta è la Toscana con Siena, Massa, Pisa che passano al Carroccio in coalizione con il centrodestra. A Massa vince Francesco Persiani (56,6%) sul candidato e sindaco uscente del Pd Alessandro Volpi, a Pisa si afferma al ballottaggio Michele Conti (52,3%) contro Andrea Serfogli; a Siena la destra di Luigi De Mossi ha vinto per un soffio (50,8%) sul sindaco uscente Bruno Valentini. In Lombardia, a Sondrio vittoria senza sorprese per Scaramellini del centrodestra, mentre perde a Messina dove ha vinto il candidato civico di area Udc Caetano De Luca.

Se in Toscana il centrosinistra va male, in altre città riesce invece ad imporsi e vincere: Ancona, Brindisi, Teramo, Trapani e Brescia. Nel capoluogo marchigiano si riconferma la dem Valeria Mancinelli con il 62,8% contro Stefano Tombolini del centrodestra. Successo anche Brindisi dove, nonostante partisse svantaggiato, Riccardo Rossi è riuscito a ottenere il 56,6% contro il candidato di centrodestra Cavalera. Stessa situazione a Teramo dove Gianguido D’Alberto, partiva con uno svantaggio di otre 13 punti, ma è riuscito a battere con il 53,3% Giandonato Morra del centrodestra.

Il M5S che era scomparso dalla maggior parte dei ballottaggi riesce a vincere contro il centrosinistra ad Avellino (Vincenzo Ciampi sfiora il 60% contro Nello Pizza) e a Imola (Manuela Sangiorgi ha battuto la candidata del centrosinistra Carmen Cappello), ma perde Ragusa, la città che avevano conquistato nel 2013, che passa alla destra.

Roma – dove si votava nel III Municipio – i Cinque Stelle non sono arrivati nemmeno al ballottaggio: il nuovo presidente è Giovanni Caudo del centrosinistra che è riuscito a battere il candidato del centrodestra.

A Terni lo scontro era tra M5S e Lega: è il Carroccio ad avere la meglio in questo ballottaggio, Leonardo Latini ottiene il 63% dei voti contro il candidato grillino Thomas De Luca.

Martina: “Ora un nuovo centrosinistra”

“Mi aspettavo qualche segnale chiaro, soprattutto in Toscana. Ci sono anche segnali che dobbiamo valorizzare, come quello di Ancona, che sono per noi utili ma non cambiano il segno della sconfitta. Nelle ex regioni rosse c’è un cambiamento profondo che dobbiamo assolutamente comprendere” ha commentato Maurizio Martina a Circo Massimo su Radio Capital.

Per Martina si tratta di “un cambiamento radicale” e “ora bisogna lavorare per costruire tutto di noi e ripartire, c’è una nuova destra in campo aggressiva e radicata”.

L’ex ministro Carlo Calenda è più drastico e apre a un fronte repubblicano

Vedi anche

Altri articoli