Lazio, ha vinto Zingaretti – VIDEO

Focus

Vittoria senza patemi per Attilio Fontana in Lombardia, mentre nel Lazio Nicola Zingaretti vince con pochi punti di scarto

E’ ormai certa la riconferma di Nicola Zingaretti. Il candidato di centrosinistra la spunta su Stefano Parisi candidato del centrodestra e su Roberta Lombardi del M5s. Zingaretti dai dati che giungono dal Viminale vince grazie ai voti conquistati a Roma, dove conquista una percentuale intorno al 36%.

La situazione invece è più limpida in Lombardia dove il candidato di centrodestra Attilio Fontana stacca nettamente gli avversari Giorgio Gori e Dario Violi.

Il discorso della vittoria di Nicola Zingaretti

“E’ un risultato di straordinaria importanza perché avvenuto nello stesso giorno della più devastante sconfitta delle forze di sinistra nella storia della Repubblica.E’ un fatto democraticamente di grandissima rilevanza”. Lo ha detto Nicola Zingaretti nel suo comitato elettorale al Tempio di Adriano a Roma, dove dal pomeriggio i suoi sostenitori hanno atteso i risultati delle elezioni regionali per il Lazio.

“C’è stata da parte di tutti noi una straordinaria incredibile rimonta nel voto. La differenza elettorale tra il voto politico e quello delle regionali oscilla in forbice tra 250 e 300mila voti. Per la prima volta i cittadini del Lazio hanno confermato il loro presidente”.

E poi si è rivolto ai volontari che hanno condotto la campagna elettorale: “Grazie agli uomini e alle donne che anche sotto la neve hanno fatto la campagna elettorale. Grazie a loro il Lazio potrà diventare la regione per i giovani d’Europa. Abbiamo dimostrato che con una bella, larga ricca alleanza, quando prevalgono i valori si può fare e si può vincere bene. Non dimentichiamo mai che l’Italia è un Paese meraviglioso. L’Italia sta vivendo un momento difficile della sua vita democratica, non so se sia la prima seconda o terza repubblica ma so che noi ci saremo e ci saremo a testa alta”.

Infine sul momento del centrosinistra: “Si apre una fase di servizio per ricostruire la speranza che è l’esatto opposto di odio, egoismo, ricerca di un capro espiatorio. Inizia una nuova fase nella quale questa bella alleanza del fare dovrà dare il suo contributo per rigenerare il centrosinistra. E’ il tempo della rigenerazione”.

La giornata con le proiezioni e i dati reali

Ore 20,22 – Lazio situazione quando sono state scrutinate 2.522 su 5.285 sezioni: Nicola Zingaretti 34,36%, Stefano Parisi 30,01%, Roberta Lombardi 26,81%, Sergio Pirozzi 4,53%.

Ore 19,45 – Lazio situazione quando sono state scrutinate 2.213 su 5.285 sezioni: Nicola Zingaretti 35,20%, Stefano Parisi 29,66%, Roberta Lombardi 26,62%, Sergio Pirozzi 4,41%.

Ore 19,20 – Giorgio Gori ha chiamato Attilio Fontana per complimentarsi e poi ha aggiunto ai microfoni: “I risultati non sono definitivi ma sono sufficientemente netti da ammettere la sconfitta”.

Ore 19,10 – Attilio Fontana parla da governatore della regione Lombardia: “I risultati non sono ancora definitivi, sono in fase di aggiornamento. Penso si sia trattata di una buona vittoria. Sulla base di questi numeri – afferma in conferenza stampa nel quartier generale del Carroccio – riprenderemo il cammino in continuità con gli ultimi 23 anni di centrodestra che sarà caratterizzato dalla grande riforma dell’autonomia che sarà la priorità”.

Ore 18,45 – Lombardia situazione quando sono state scrutinate 1.332 su 9.227 sezioni: Attilio Fontana 53,16%, Giorgio Gori 26,92%, Dario Violi 16,27%, Onorio Rosati 1,73%.

Ore 18,40 – Lazio situazione quando sono state scrutinate 791 su 5.285 sezioni: Nicola Zingaretti 34,31%, Stefano Parisi 29,71%, Roberta Lombardi 27,27%, Sergio Pirozzi 4,60%.

Ore 18,08 – Ultime proiezioni Swg per La7. Attilio Fontana è il governatore della Lombardia, mentre nel Lazio è partita aperta tra il candidato di centrosinistra Nicola Zingaretti e il candidato di centrodestra Stefano Parisi.

Ore 17,48 – Secondo la quinta proiezione del Consorzio Opinio Italia per la Rai, alle regionali per la presidenza del Lazio Nicola Zingaretti (centrosinistra) ha il 34% e stacca Stefano Parisi (centrodestra) al 29,9%, Roberta Lombardi (M5s) al 27,9% e Sergio Pirozzi (lista civica) al 4,3%.

Ore 16,58 – Nicola Zingaretti è avanti anche per le proiezioni Swg per La7. Quando il campione è del 71% la distanza del governatore uscente sembrerebbe rassicurante.

Ore 16,46 – Terza proiezione Opinio-Rai per le regionali nel Lazio, su un 18% di campione e un margine d’errore 3,4 per cento. Nicola Zingaretti (csx) è nettamente in testa con il 33,2%, con Roberta Lombardi (M5S) e Stefano Parisi (cdx) alle sue spalle rispettivamente con il 29,5 e il 29%; sempre molto staccato Sergio Pirozzi (lista civica) con li 4,3%.

Ore 16,34 –  La terza proiezione Rai con il 44% di copertura del campione per le regionali lombarde: Fontana 43%; Gori 33,2%; Violi 18,3%; Rosati 2,4%. Per le coalizioni: centrodestra 44%; centrosinistra 32,1%; M5S 19,1%; Leu 2,7%

Ore 16,05 – La seconda proiezione per la regione Lazio di Swg per La7 segnalano una situazione di incertezza totale, con Zingaretti in testa.

Ore 15,47 – La seconda proiezione per la regione Lombardia di Swg per La7 conferma il grande vantaggio di Attilio Fontana, che si avvia verso la presidenza della regione.

Ore 15,46 – La seconda proiezione per l’elezione del presidente della Regione Lazio, diffusa da Opinio Italia per la Rai, dà il presidente uscente, Nicola Zingaretti (centrosinistra) al 34,4%, Roberta Lombardi (M5S) al 31,9%, Stefano Parisi (centrodestra) al 26,8% e Pirozzi al 4,8%. Questa seconda proiezione ha una copertura del campione pari all’11%, con un margine di errore del 3,6%.

Ore 15,21 – La prima proiezione Rai per il Lazio vede sempre Zingaretti in vantaggio, ma rispetto alle proiezioni di La7 pone al secondo posto Roberta Lombardi.

Ore 15,15 – La prima proiezione Swg per La7 per le regionali del Lazio vede Nicola Zingaretti in testa con un vantaggio esiguo sul candidato del centrodestra Stefano Parisi. In partita anche la candidata del M5s Roberta Lombardi.

Ore 15,05 – Le prime proiezioni Swg per La7 vedono il candidato del centrodestra in netto vantaggio. Come sottolineano dall’istituto demoscopico lo scrutinio della città di Milano sta andando molto a rilento, quindi ci potrebbero essere delle variazioni significative.

Ore 15,00 – Le primissime proiezioni sull’esito delle elezioni regionali in Lombardia, fornite dalla Rai, vedono in vantaggio il leghista Attilio Fontana al 39,1%, seguito dal sindaco Pd di Bergamo Giorgio Gori al 34,3%. Il candidato del Movimento Cinque Stelle Dario Violi è al 24,1% e Onorio Rosati in corsa per Liberi e Uguali è al 3,2%. Lo spoglio delle schede elettorali è iniziato da circa un’ora, e il campione è solo del 5%

Ore 14,45 – “Siamo fiduciosi rispetto al risultato, c’è molta attesa e cautela, aspettiamo i primi dati”. Così Maurizio Veloccia, coordinatore del comitato elettorale di Nicola Zingaretti, ha commentato i primi exit poll che darebbe il governatore uscente con una forbice tra il 30 e il 34%. “Siamo soddisfatti di una campagna incentrata sui problemi del Lazio – ha proseguito -. I risultati delle Politiche indicano nel Lazio una prevalenza di centrodestra e M5s, ma siamo fiduciosi che le regionali siano un’altra partita: aspettiamo dunque i dati”. Il centrosinistra ha scelto il Tempio di Adriano per aspettare i risultati delle regionali.

Ore 14 – Si è aperto lo scrutinio per le elezioni regionali della Lombardia, che vede lo scontro tra il candidato del centrodestra ed esponente della Lega, Attilio Fontana, e il sindaco di Bergamo del Pd candidato dal centrosinistra, Giorgio Gori. L’affluenza, secondo i dati ufficiali, ha fatto registrare un complessivo 73,07% in Regione, con picchi del 76,5% nella provincia di Brescia, a cui fa da contraltare il 66,25% di quella di Sondrio. Nella provincia di Milano il dato si è attestato al 72,04%. Secondo gli exit poll di Nicola Piepoli per Rai1, diffusi nella serata di domenica, Fontana e il centrodestra si attesterebbero tra il 38 e il 42%, mentre Gori e il centrosinistra in una forbice tra il 31 e il 35%, con una distanza, almeno secondo queste rilevazioni, nei fatti incolmabile.

Anche nel Lazio è iniziato lo scrutinio per l’elezione del presidente della Regione e il rinnovo del consiglio regionale. Gli exit poll di ieri sera (Opinio Italia per Rai1) davano nel Lazio Zingaretti (centrosinistra) tra il 30 e il 34%, Parisi (centrodestra) tra il 26 e il 30%, Lombardi (M5S) tra il 25 e il 29% e Pirozzi tra il 2 e il 4%. I votanti, su 375 su 378 comuni, sono stati il 66,47% degli aventi diritto.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli