Emergenza nazionale per costruire il muro. I Dem: “Colpo violento alla Costituzione”

Focus

Secondo alcune anticipazioni, Trump userà 8 miliardi per la costruzione del muro

Il presidente Usa, Donald Trump, ha ufficialmente annunciato che firmerà la dichiarazione di emergenza nazionale per poter costruire il Muro al confine con il Messico. In una lunga arringa dal Giardino delle Rosse della Casa Bianca, Trump ha difeso il suo progetto, sostenendo che “tutti sanno che il Muro serve per fermare il crimine e l’invasione dei trafficanti”.

“I Muri funzionano al 100 per cento, la stragrande maggioranza delle droghe non passa attraverso i porti di ingresso legali”. “Dire che i Muri non funzionano e’ una grande bugia”, ha aggiunto, ricordando il Muro costruito da Israele.

Secondo alcune anticipazioni, Trump userà 8 miliardi per la costruzione del muro, fondi previsti per altri scopi che saranno presi dai dipartimenti del Tesoro e della Difesa, a parte gli 1,375 miliardi previsti per le nuove barriere dalla legge di spesa concordata da repubblicani e democratici in Congresso per evitare lo shutdown, legge che Trump ha deciso di firmare.

“Il Congresso non consenta al presidente di fare strame della Costituzione”: è a stretto giro la risposta dei Democratici alla decisione del presidente. Con un comunicato congiunto, la speaker della Camera, Nancy Pelosi, e il leader dem al Senato, Chuck Schumer hanno detto che il passo di Trump “esercita un’enorme violenza sulla Costituzione” americana e hanno chiesto “al Congresso di sfidare Trump in Congresso, dinanzi al giudici e in pubblico facendo ricorso a ogni strumento possibile”.

Il primo ricorso legale contro la dichiarazione di emergenza nazionale è stato annunciato dallo stato di New York. Il ministro della giustizia dello stato Letitia James ha emesso un comunicato affermando che “dichiarare un’emergenza nazionale senza causa legittima può provocare una crisi costituzionale”. “Non appoggeremo questo abuso di potere e lo combatteremo con ogni mezzo legale a nostra disposizione” ha aggiunto.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli