X

Fitch mette in guardia l’Italia: “Aumentano le chance di voto anticipato”

L’agenzia di rating Fitch conferma il giudizio sull’Italia a “BBB” ma peggiora l’outlook da “stabile” a “negativo”.

A pesare, secondo l’agenzia di rating, è il prospettato allentamento di bilancio che renderà il già elevato debito pubblico “più esposto” rispetto a potenziali shock.

Nonostante i tanti annunci da parte di certi esponenti del governo, le probabilità che l’Italia esca dell’Unione europea o che venga creata “una moneta parallela” all’euro “sono basse”, secondo Fitch, ma “aumentano dal 2019 le chance di un voto anticipato”.

Per Fitch, a rendere l’Italia più a rischio downgrade, “la natura nuova e non collaudata del governo, le considerevoli differenze politiche fra i partner della coalizione e le contraddizioni tra gli elevati costi dell’attuazione degli impegni presi nel ‘contratto’ e l’obiettivo di ridurre il debito pubblico”.

Fitch inoltre stima per il 2018 un deficit all’1,8% del Pil, più alto di 0,2 punti rispetto alle stime del governo. Nel 2019 il deficit salirà al 2,2% del Pil.

Nemmeno l’analisi del decreto dignità porta buone notizie, come già evidenziano i dati dell’Istat sull’occupazione: per l’agenzia di rating la riforma varata dal governo “avrà probabilmente un effetto limitato sulle dinamiche del mercato del lavoro”, ma revisioni delle precedenti riforme strutturali, compresa quella delle pensioni, potrebbero avere un impatto moderatamente negativo sulla crescita a medio termine e sulla finanza pubblica.

Una doccia fredda per Palazzo Chigi, ma per il governo bisogna aspettare il documento di economia e finanza e l’attuazione delle riforme strutturali. “Siamo certi – fanno sapere dall’esecutivo – che ci saranno valutazioni integralmente positive, senza alcuna riserva, non appena questi impegni verranno ufficializzati nel documento del governo in preparazione”. E Tria, in visita a Shanghai, dà la colpa ai giornali che, secondo il ministro dell’Economia, distraggono i mercati con il loro “allarmismo”.

Articolo originale

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie.