Sparatoria a Foggia, morto un carabiniere

Focus

Il maresciallo Vincenzo Di Gennaro, 45 anni, ucciso da un pregiudicato durante un controllo a Cagnano Varano. Il Pd: “Serve più impegno contro il crimine”

E’ morto il carabiniere rimasto ferito in una sparatoria avvenuta questa mattina nella piazza principale di Cagnano Varano, in provincia di Foggia. La vittima è il maresciallo Vincenzo Di Gennaro, di 45 anni. Nella sparatoria è rimasto ferito un altro carabiniere di 23 anni, che secondo quanto trapela non sarebbe in pericolo di vita.

Subito dopo la sparatoria, i carabinieri hanno fermato un pregiudicato di 67 anni fortemente indiziato dell’uccisione , subito portato in caserma per essere interrogato. Secondo le prime ricostruzioni, la pattuglia si era recata nella zona per un intervento a seguito di una lite familiare. A quel punto, l’uomo armato si sarebbe avvicinato ai carabinieri nell’auto e avrebbe esploso alcuni colpi, uccidendo il maresciallo e ferendo l’altro militare a bordo.

Immediate le reazioni al brutale e insensato omicidio, tra cui il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, il generale Giovanni Nistri, che ha commentato: “Vincenzo è un’altra vittima tra i militari che ottemperano al loro giuramento e svolgono il loro dovere per la tutela della legalità a favore della sicurezza dei cittadini”.

Anche le reazioni della politica non si sono fatte attendere. Immancabile il tweet del ministro dell’Interno, Matteo Salvini, che ha scritto: “Una preghiera per Vincenzo, un pensiero alla sua famiglia e ai suoi colleghi, il mio impegno perché questo assassino non esca più di galera e perché le Forze dell’Ordine lavorino sempre più sicure, protette e rispettate”.

Un commento a cui ha fatto eco il post del deputato foggiano del Pd Ubaldo Pagano, che su Facebook ha scritto: “Foggia ha bisogno di sicurezza, di più uomini e mezzi per le forze dell’ordine, non dei tweet di Salvini o dei post su facebook di Di Maio. Dopo le settimane delle bombe, ancora un gravissimo episodio di criminalità. Massima vicinanza e solidarietà alla famiglia del carabiniere ucciso”.

Immediato il cordoglio del segretario del Pd, Nicola Zingaretti, che ha parlato di “Una notizia drammatica che ci riempie il cuore di dolore. Il maresciallo dei carabinieri Vincenzo Carlo Di Gennaro è morto mentre svolgeva il suo lavoro, colpito da uno sparo in un posto di blocco in provincia di Foggia. Ci stringiamo commossi ai suoi familiari e all’Arma dei Carabinieri nella loro lotta quotidiana per la sicurezza dei cittadini. Ora giustizia e impegno sempre più forte contro il crimine. Lo dobbiamo a Vincenzo Carlo Di Gennaro, alla sua famiglia, ai suoi colleghi carabinieri e a tutti gli italiani”.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli