Frailis: “Un ottimo punto di partenza per tornare a vincere”

Focus

Dopo la vittoria in Sardegna parla il neo deputato Andrea Frailis: “Ho parlato alla gente senza passarelle e questo è stato premiato”

Andrea Frailis, candidato del centrosinistra, ha vinto le elezioni suppletive in Sardegna con il 40,46% delle preferenze. Il collegio era quello del deputato velista grillino Andrea Mura, prima espulso dal Movimento e in seguito costretto alle dimissioni per via del suo assenteismo. Il 4 marzo nel collegio di Cagliari il M5s aveva raccolto il 38,4% dei voti, vincendo come nel resto dell’isola. Dopo meno di un anno il risultato è completamente ribaltato con il M5s che raccoglie il 28.92% e il centrodestra poco più dietro con il 27,80%. Un risultato che, nonostante la scarsa affluenza (il 15,56%) mostra un deciso cambio di tendenza, almeno sull’isola. Anche perché queste elezioni sono state un terreno di cimento politico nazionale: in Sardegna erano sbarcati per fare campagna elettorale i leader del governo giallo-verde e della destra, da Luigi Di Maio a Matteo Salvini, sino al redivivo Silvio Berlusconi.

Frailis, lei è stato eletto con il 40% dei voti in quello che meno di un anno fa è stato un feudo del M5s. Secondo lei come è stato possibile?

Soprattutto parlando alla gente. Ho partecipato a tantissime iniziative, ai congressi nei circoli. Sono andato nei mercati stringendo migliaia di mani, sono entrato nelle case e nelle vite delle persone che mi hanno raccontato i problemi della quotidianità.

Eppure nell’isola sono sbarcati i maggiorenti di Lega, M5s e Forza Italia. Questa loro sconfitta secondo lei è un segnale del risveglio dei cittadini?

C’è sicuramente un risveglio. I cittadini sono stanchi delle promesse non mantenute ed è bastato questo scorcio di legislatura per mostrare la pochezza della compagine di governo. Io personalmente ho chiesto che non ci fossero parate elettorali che come si è visto non hanno giovato. Come ho detto prima mi sono concentrato a parlare con la gente, a fare campagna dal basso e questo è stato premiato.

E’ preoccupato per la scarsa affluenza registrata?

Ormai da molti anni si parla del calo dell’affluenza. In molti si dicono preoccupati, ma non si è fatto molto per incoraggiare la partecipazione. Se i cittadini non percepiscono la legalità nelle istituzioni si allontanano da esse, se si mina continuamente la fiducia nelle istituzioni è normale questo scollamento. Si dovrebbe lavorare tutti affinché i cittadini si fidino delle istituzioni, ma non tutti hanno l’interesse di farlo.

Ha vinto con una coalizione di centrosinistra. Sarà questo il modello per le prossime regionali?

La coalizione di undici liste che mi ha accompagnato sarà la stessa che appoggerà Massimo Zedda alle regionali del 24 febbraio. Sono convinto che il nostro elettorato sia favorevole all’unione dei riformisti e la mia vittoria è un segno che la strada intrapresa sia quella giusta.

Qual è il messaggio che viene da questo voto?

Che il centrosinistra è vivo e compatto. Se i riformisti in questo paese si compattano i cittadini tendono a premiarli, e la mia elezione lo ha dimostrato. Certo non basta la compattezza serve anche altro, ma è un ottimo punto di partenza per ritornare a vincere.

Una volta in Parlamento sarà un deputato della minoranza. Che genere di opposizione intende proporre nel corso del suo mandato?

Credo che vista la strada intrapresa dal governo giallo-verde non ci sia alternativa ad un’opposizione durissima. Ho militato nel Pci e quindi so cosa significa fare opposizione dura. Per quanto riguarda i temi cari alla Sardegna mi concentrerò su alcune cose specifiche tipo la dispersione scolastica. E’ un tema fondamentale per il futuro dei nostri ragazzi e c’è il bisogno che qualcuno se ne occupi seriamente. Poi c’è il capitolo energia. Ancora adesso non si è investito sul metano, e nonostante i propositi non sembra che il governo sia intenzionato a farlo a breve. In più entro il 2025 il carbone, una fonte preziosa per l’isola, sarà bandito, quindi anche sull’energia c’è tanto da lavorare.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli