X

Gentiloni: “Non inseguiamo il populismo”

Paolo Gentiloni torna a parlare e lo fa da Fazio a “Che tempo che fa”. L’ex premier in studio per presentare il libro “La sfida impopulista” che sarà nelle librerie a partire da martedì, ha commentato alcuni dei fatti politici di questo periodo.

Parla della minaccia populista – tema presente anche nel libro – che secondo Gentiloni è “molto seria e la dobbiamo prendere sul serio. Non dobbiamo mai pensare di inseguire i populisti perché se lo fai, alla fine, vincono loro”. Si dice d’accordo con Silvio Berlusconi che vede in pericolo i principi del sistema liberale e aggiunge: “ Berlusconi a parte, quando si dice che il Parlamento è superato, quando si dice che si decide autonomamente sulle persone perché hanno il colore della pelle diverso, si mettono in gioco i confini del nostro sistema liberale”.

E poi ammette l’errore di valutazione sulla legge elettorale che sin da subito aveva giudicato “una cattiva legge elettorale ma mi sono rassegnato a una richiesta fortissima arrivata dal Parlamento”.

Sul protagonismo di Salvini l’ex premier afferma che l’attuale ministro dell’Interno si “culla sugli allori di Minniti. Noi – ha aggiunto – rivendichiamo l’umanità coltivata in questi anni. Se ci limitiamo a dire che chi arriva è un delinquente senza fare rimpatri e senza gestire l’immigrazione il Paese non sarà più sicuro ma andrà incontro a nuovi guai. Questa è solo propaganda sulla pelle di quella povera gente”.

Naturalmente non poteva mancare un commento sul Congresso: “Io non sono tra i candidati: penso che Zingaretti sia un ottimo candidato. Può essere un’idea di stagione nuova. Minniti non so se si candiderà, lo difenderò sempre per quello che ha fatto”. Un endorsement per il presidente della regione Lazio, ma allo stesso tempo il riconoscimento di una figura seria come Marco Minniti.

Articolo originale

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie.