Lo spettro dei mercati, un altro alibi per il governo

Focus

Preoccupa l’incertezza sulla manovra a settembre. Martina: “Il vero rischio per gli italiani siete voi”

“Onorevole Di Maio, è l’Italia a non essere ricattabile da voi e dalla vostra irresponsabilità. Il vero rischio per gli italiani è questo governo diviso su tutto che vive solo di propaganda”. Il segretario del Pd, Maurizio Martina, non ha dubbi: la trovata dell’attacco speculativo per fermare il governo giallo-verde non sta in piedi. Eppure prima l’onorevole Giorgetti e poi lo stesso vicepremier hanno usato questa strategia, agitando la minaccia e pensando che bastasse per potersi salvare dalle proprie responsabilità. “Non cascateci, avverte Anna Ascani deputata Pd, la colpa sarebbe solo loro”.

La tempesta finanziaria

Il primo a lanciare l’allarme è stato il leghista Giancarlo Giorgetti. In una intervista a Libero ha messo le mani avanti avvertendo che l’Italia è sotto l’attacco della speculazione internazionale.

“I mercati sono popolati di affamati fondi speculativi che scelgono le loro prede e agiscono – ha spiegato l’esponente del Carroccio – in estate ci sono pochi movimenti nelle Borse. È un periodo propedeutico a iniziative aggressive nei confronti degli Stati”.

La verità è che le promesse elettorali hanno dei costi e prima o poi i nodi vengono al pettine: abolizione della legge Fornero, flat tax, reddito di cittadinanza. Riforme che, come è sempre stato detto, rischiano seriamente di scardinare i conti pubblici. Un’opzione che il ministro dell’Economia non può prendere neanche in considerazione. Perché le conseguenze sono già sotto gli occhi di tutti.

Secondo un retroscena pubblicato dalla Stampa, a Palazzo Chigi si teme una sorta di “tempesta perfetta” capace di travolgere il sistema Italia e scatenare il panico sui mercati. Ma Di Maio continua dritto a sparare sentenze senza mostrare il minimo dubbio, che invece farebbe bene ad avere: “Il decreto dignità aumenterà la produttività delle aziende – dice al Corriere – la flat tax e il reddito di cittadinanza ci permetteranno di aumentare la domanda interna”. E sullo sforamento del debito pubblico promette che riusciranno a convincere l’Europa.

Vedi anche

Altri articoli