Governo, continua la commedia

Focus

Continua lo scontro tra Lega e M5s. Conte ammette: “Era prevedibile, con le Europee alle porte, che fossero più evidenti le differenze tra le sue componenti”

Se questa surreale situazione non ricadesse sulle spalle degli italiani farebbe ridere. Sì perché non passa giorno ormai in cui Lega e M5s non si azzuffano (o fanno finta di farlo). Interviste, post sui social la tensione sembrerebbe alle stelle. Se non fosse che i due partiti governano insieme e votano i provvedimenti con straordinaria unità.

Di Maio attacca Salvini sul caso Siri, Salvini attacca Di Maio sulla sindaca di Roma Virginia Raggi. E’ il gioco delle parti, un eterno 1X2 elettorale in cui cercano di conquistare il più ampio elettorato possibile.

Di Maio: Siri, si tratta di opportunità politica

Il leader pentastellato oggi su Repubblica dice su Siri: “Mi auguro che possa dimostrare la sua innocenza, ma qui si tratta di opportunità politica. C`è un`indagine per corruzione in cui c`entra anche la mafia, non è uno scherzo. E c`è di mezzo un faccendiere che sembra essere un link tra Forza Italia e Lega”. E lancia a Salvini una stoccata: “L`innocenza la decidono i giudici, non la politica. Quello era Berlusconi”. Frase condivisibile quest’ultima, ma non applicata nel momento in cui Salvini ha chiesto di non essere processato e il M5s con il suo voto ha impedito ai giudici di processare il vicepremier leghista.

Conte: Salvini non farà il premier in questa legislatura

A dar manforte a Di Maio ci pensa il premier Conte sul Corriere, che annuncia su Siri “completerò presto la valutazione e la decisione verrà adottata nei prossimi giorni”. Mentre all’ipotesi di Salvini premier replica: “Salvini ha una vita davanti a sé per fare il premier, se e quando si creeranno le condizioni. Non in questa legislatura”.

Il premier ammette che questo nervosismo tra i due alleati di governo è frutto della vicinanza delle elezioni europee: “Era prevedibile, con le Europee alle porte, che fossero più evidenti le differenze tra le sue componenti. D`altronde, non ho mai preso in giro il Paese parlando di un esecutivo fondato sull`assoluta armonia tra forze omogenee e politicamente affini”.

Salvini sta pensando di mettere fine a questo governo

Sarà in quell’occasione che si capirà se e quanto il governo andrà avanti e con quali rapporti di forza. La tensione è evidente e dal Carroccio c’è più di una voce che suggerisce a Salvini di mettere fine a questo governo. Il leader leghista fino ad oggi non ha mai preso, o almeno così è sembrato, in considerazione l’ipotesi. D’altronde ha trovato il partner ideale che gli ha permesso di fare tutto quello che voleva. Ma adesso il vicepremier è tentato di strappare. La sua paura è quella di restare con il cerino in mano, forse è anche per questo che ha alzato il livello dello scontro. Far si che siano i cinquestelle a far cadere il governo.

Questo mese sarà un mese di attacchi incrociati. Le elezioni europee sono il traguardo puntato sia da Di Maio che da Salvini. Dopo decideranno il futuro del governo.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli