Una grande comunità che chiede di andare avanti

Focus

Si è conclusa la Festa nazionale de l’Unità con una giornata che ha mostrato tutto l’orgoglio della gente del Pd

Non c’è dono più grande di una comunità di persone libere e coraggiose. Questa comunità sono i volontari del Pd. Noi possiamo  solo dirvi grazie. E andiamo avanti”. Queste sono le parole che Matteo Renzi ha scritto sul muro della pizzeria, una bellissima dedica ai volontari che hanno portato avanti la Festa.

D’altronde quale comunità politica ha delle donne e degli uomini così speciali, che ogni giorno sacrificano la vita privata, le ferie e quant’altro al solo fine di aiutare il proprio partito, di proporre un’altra idea di Italia.

Le facce che sin dalle prime ore del mattino hanno invaso la Festa non erano stanche, nonostante i 15 giorni di lavoro, ma felici. Felici perché sono riusciti nell’intento di dimostrare ancora una volta quanto forte e coesa, nonostante le differenze, sia la comunità del Pd.

I volontari certo, ma anche tanti militanti che da ogni parte d’Italia ha raggiunto Imola. C’era il gruppo dei giovani torinesi, che sono partiti alle 6.30 del mattino, per partecipare al giorno clou della festa, o gli agrigentini che hanno percorso più di mille chilometri per ascoltare il segretario e per vivere un giorno di festa tra amici e compagni. Naturalmente la parte del leone l’hanno fatto gli emiliano-romagnoli che giocavano in casa e che hanno raggiunto Imola da ogni parte della regione.

Quello che più colpiva era la voglia di parlare di politica dei militanti, di confrontarsi, di informarsi sull’attività parlamentare, sulle cose fatte e di proporre idee. Gli stand di Senatori e Deputati Pd sono stati invasi sin dalla mattina dai militanti in cerca di informazioni, i dirigenti di partito hanno conversato amabilmente con la gente del Pd, cercando di spiegare, di rassicurare e ricevendo in cambio tanti incoraggiamenti.

Una comunità festante con tanta voglia di politica unità da una frase: “Andate avanti”. Una frase ripetuta come un mantra, una frase che dimostra la volontà di non tornare indietro. La paura in tanti che i populisti possano prevalere, distruggendo quanto di buono hanno fatto i governi Renzi e Gentiloni, riportando l’Italia indietro, proprio ora che sta ripartendo.

Una grande dimostrazione d’affetto per il segretario, che ha toccato con mano – come gli succede a tutte le Feste che lo vedono protagonista – l’affetto della “sua” gente, dei democratici. Un affetto gentile e pacato, mai alzando i toni, fatto di pacche sulle spalle, di incoraggiamenti, di selfie e di strette di mano.

Una Festa che è stata molto partecipata, nonostante il maltempo, e che ha vissuto 15 giorni di bella politica e di dibattiti interessanti e sempre propositivi. Soddisfatto il responsabile Organizzazione del Pd Andrea Rossi: “Oltre 1500 volontari che si sono alternati tra allestimento, cucine e servizi generali. La festa chiude con il bilancio in leggero margine positivo frutto anche dell’impostazione sobria data alla stessa visto il momento. La scelta di fare la festa a Imola è stata una scommessa riuscita, la prima città non capoluogo di provincia ad ospitarla. Avremmo solo voluto un clima più tropicale, ma quello che emerge ancora una volta è che il Pd è una bellissima comunità. Grazie alla federazione e alla città di Imola che ci ha accolti con entusiasmo. A tutti i volontari, infine, il nostro grazie più grande.”

Dunque da Imola il Pd riparte con la consapevolezza che quella democratica è una grande comunità, una comunità che da una grandissima spinta ai dirigenti e gli chiede di fare sempre meglio. Una comunità che non si accontenta, che non crede alle fake news che circolano sulla rete, che s’informa, appassionato. Tanti uomini e donne che svolgono un lavoro silenzioso, fatto di piccoli grandi gesti per le proprie comunità.

Ecco questa è stata la Festa di Imola, 15 giorni di politica, divertimento e buon cibo. Sì perché alle Feste de l’Unità ci si diverte e si mangia anche molto bene.

 

 

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli