Guazzabuglio Ires. Strafalcione della viceministra Castelli

Focus

Confusione grillina tra Di Maio che annuncia il dietrofront e la sottosegretaria all’Economia che difende il testo originario

Si va avanti, anzi no, si fa retromarcia. Lo modifichiamo di sicuro, però non adesso. Il governo è un po’ confuso ma sull’Ires agli enti no-profit assicura che a gennaio si cambia. La norma da riscrivere è contenuta nella Manovra e prevede appunto l‘aumento dell’Ires sugli enti no-profit, rivedendola dal 12 al 24%, come per tutte le altre imprese, un salasso che ha scatenato la reazione del terzo settore.

Una protesta che ha spinto suo malgrado Luigi Di Maio  a tornare sui suoi passi, promettendo un cambiamento “nel primo provvedimento utile”. Il governo non può quindi fare dietrofront nell’immediato, poiché la manovra nella versione passata al Senato deve essere approvata entro la fine dell’anno. Non c’è tempo e modo per emendamenti su singoli provvedimenti, che farebbero slittare l’approvazione e porterebbero l’Italia in esercizio provvisorio.

Ma comunque le parole di Di Maio sono state prontamente smentite dalla viceministra dell’Economia Laura Castelli che, interpellata a margine dei lavori della commissione Bilancio sulla manovra, alla domanda se la norma venga difesa dal governo, ha risposto: “Certo che la difendiamo. Era nel pacchetto del governo arrivato dopo la chiusura dell’accordo con l’Unione europea.  Il no profit deve stare tranquillo perché la norma si riferisce a chi fa utili”.

E poi spiega: “Stiamo parlando della parte del terzo settore che è persona giuridica e non persona fisica e che fa utili e profitti quando teoricamente non dovrebbe farli. Non stiamo tassando la beneficenza ma quella parte di terzo settore che fa utile”.  Forse la Castelli non sa che lo scopo del non profit non è quello di non realizzare profitti ma di non distribuirli: questo prevedono le leggi e le norme fiscali.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli