#IlnostroPd: una campagna sui valori del nuovo partito

Focus

La lettera aperta di un gruppo di giovani militanti e attivisti ai candidati alla segreteria del Partito democratico

Carissime/i candidate/i,

il Partito Democratico si prepara ad affrontare l’esercizio di democrazia interna più importante: il percorso congressuale per la scelta del proprio leader.
Con questa breve lettera aperta rivolta alle candidate e ai candidati delle varie mozioni e all’esecutivo attuale vogliamo sottolineare la necessità di promuovere un dibattito che non sia focalizzato solo sulla scelta di un leader, quanto piuttosto sull’identificazione di una leadership che sia rappresentativa dei valori fondamentali che ci uniscono e ci contraddistinguono dal resto dell’offerta politica.

Per leadership intendiamo quella capacità di ascoltare, motivare e mobilitare i cittadini verso un’idea comune e condivisa. In linea con questa visione, la scelta della nuova leadership del Partito richiede un confronto aperto su:
idee contendibili di futuro e di società alle quali aspirare,
diverse modalità di organizzazione del partito, inteso come mezzo per il raggiungimento delle suddette aspirazioni.
È nostra convinzione che, nonostante alcune buone riforme portate avanti dai governi di centro-sinistra, come Partito abbiamo mancato l’obiettivo di far capire ai cittadini italiani che stavamo lavorando per loro.

È nostra convinzione che se le misure di buon governo non sono iscritte in un quadro di riferimento identitario e valoriale, chiaro e comunicabile, non è possibile mantenere il consenso elettorale o aumentarlo.
In questa fase congressuale, in cui siamo chiamati a ridefinire la nostra offerta politica, in un sistema elettorale e politico ormai prevalentemente proporzionale, è utile chiarire quali siano i nostri valori di riferimento, che in altre parole equivale a definire quale futuro vogliamo e a quale società aspiriamo.

Ai candidati per la leadership, facciamo quindi due proposte. In primo luogo, suggeriamo loro un esercizio di chiarezza e di sintesi: definire in tre righe la loro visione di futuro e di società, e di conseguenza, la “missione” del nostro Partito.
Crediamo fermamente che nella nostra famiglia progressista, l’unico modo per ritrovare entusiasmo e supporto sia quello di innalzare il dibattito politico avendo il coraggio di fare una scommessa su un’impalcatura valoriale. E di valori su cui puntare, nella nostra cultura socialdemocratica ce ne sono molti.
Sul territorio riscontriamo il bisogno di legare l’attività politica a delle aspirazioni forti e lungimiranti. La necessità di sapere: what do we stand for. Solo rendendo esplicito ai cittadini il “per che cosa ci battiamo” sarà possibile rendere loro chiaro il ruolo del nostro Partito nella società di oggi.

Una volta individuati i valori fondamentali e gli obiettivi di base, quelli ideali, quelli di lungo periodo, c’è bisogno di identificare le priorità per l’azione politica in modo da legare coerentemente il sistema valoriale a quello organizzativo e operativo.
Il secondo suggerimento per i nostri candidati è quindi quello di indicare le tre priorità politiche che considerano fondamentali e distintive della loro visione.

La necessità di recuperare chiarezza verso la nostra comunità politica passa per l’identificazione di poche priorità condivisibili e attuabili nel medio termine. Priorità capaci di toccare diversi strati della popolazione e di rispondere agli interessi della cittadinanza di cui vogliamo essere i portatori di interessi.
Da militanti, da attivisti, da democratici italiani abbiamo bisogno che il confronto interno sia basato su visioni conciliabili ma alternative di social-democrazia. Uniti, il giorno dopo il congresso, lavoreremo al fianco del futuro nuovo segretario con la convinzione che intorno a valori e priorità ben definite possa essere più facile diffondere il verbo democratico.
Mentre attendiamo che i candidati rispondano al nostro invito proponendo la raison d’être e le priorità del PD che intendono proporre, invitiamo ogni cittadino, democratico e progressista, a fare lo stesso esercizio, e proporre la propria idea su quelli che dovrebbero essere gli obiettivi fondanti e le priorità del partito per cui si spenderebbero. Qual è la missione che vorresti per #ilnostroPD?

 

 

Annamaria Abbafati
Simone Alessandri
Jacopo Basili
Erik Burckhardt
Stefano Campolo
Mattia Ceracchi
Caterina Cerroni
Laura Coccia
Vincenzo Contì
Francesco Corti
Flavia De Gregorio
Federico Del Baglivo
Nicola Gallo
Adriano Graziosi

Francesco Guadagno
Ilde Forgione
Adriano Iaria
Marcello La Sala
Dario Macchiarella
Ilaria Maselli
Serena Pandolfi
Nicoletta Pirozzi
Marco Plutino
David Rinaldi
Laura Sparavigna
Andrea Titti
Mina Zingariello
Luigi Zotta

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli