Isis: “Abbiamo ucciso un crociato italiano”

Focus

Lorenzo Orsetti sarebbe stato un militare dell’esercito curdo-arabo

Terribile notizia da parte dell’Isis, che ha annunciato di avere ucciso “un crociato italiano” – si chiama Lorenzo Orsetti (sotto, una sua foto) – nei combattimenti a Baghuz, l’ultima roccaforte degli estremisti nella parte orientale del Paese, dove da settimane combattono le forze curdo-arabe. Su Telegram, l’Isis ha pubblicato la tessera sanitaria e la carta di credito dell’uomo ucciso.

Nello scarno messaggio su Telegram, l’Isis sostiene che “il crociato italiano è stato assassinato negli scontri nella località di Baghuz”. C’è anche una foto in cui si vede un uomo privo di vita vestito con un’uniforme militare.

Orsetti, nome di battaglia “Tekoser”, trentatrenne nato a Firenze che combatteva fianco a fianco con i curdi dell’YPG (unità di difesa del popolo curdo) contro il “fascismo dell’Isis”. In una recente intervista diceva che lo “Stato Islamico almeno ufficialmente” era “stato sconfitto”. Le ultime sacche di resistenza a Baghuz gli sono costate la vita per mano jihadista.

Da settimane l’alleanza curdo-araba delle Forze democratiche siriane (Sdf, secondo l’acronimo in inglese) combatte contro i jihadisti nell’ultima ridotta rimasta in mano agli estremisti nella parte orientale della Siria, al confine con l’Iraq. Negli ultimi anni, alle fila delle Sdf si sono uniti molti volontari stranieri arrivati per combattere il ‘califfato’ che si era creato tra Siria e Iraq.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli