Renzi in sintonia con la proposta Bettini: “Esecutivo istituzionale”

Focus

Renzi ha detto di parlare da ex presidente del Consiglio e non da senatore Pd

“Salvini ha fallito e si deve dimettere. Serve un esecutivo istituzionale. Tutte le forze responsabili diano vita a un esecutivo per evitare l’aumento dell’Iva al 25%”.

Matteo Renzi in conferenza stampa al Senato appoggia ufficialmente il “lodo Bettini”, ossia la proposta di un accordo di legislatura con il M5s. “Siamo di fronte a un fatto clamoroso – afferma Renzi –  e nella mia veste di ex premier trovo che sia un passaggio che non va sottovalutato: è la prima volta che si apre una crisi in pieno Ferragosto e si ipotizza di votare in piena sessione di bilancio, che la nomina del commissario Ue è fuori dall’ordine del giorno, che c’è un clima d’odio generalizzato. Avverto il bisogno di lanciare un appello a tutte le forze politiche che oggi ha lo spazio per essere accolto: c’è una occasione che viene testimoniata dal voto sul calendario che forse oggi si terrà. Dico forse perché Salvini scopre di essere in minoranza”.

Renzi poi dà ragione al segretario dem: “Zingaretti ha avanzato due richieste, unità e che la segreteria gestisca questo passaggio. Sono richieste comprensibili, da accogliere, è giusto ci sia l’unità massima da parte delle forze politiche”. E aggiunge: “Non mi pento e sono orgoglioso di aver detto l’anno scorso all’accorso M5S-Pd. Ora ci sono condizioni opposte, è tutta un’altra storia rispetto a 18 mesi fa. Non c’è un accordo Pd-M5S suffragato dal voto popolare”.

“Non mi impicco alle formule”, aveva detto qualche ora prima al Tg2 in merito all’ipotesi di un governo di scopo. Ribadendo in merito alla conferma di Giuseppe Conte come premier: “Non è che in questo anno abbia brillato, è stato un premier inesistente, ma non tocca a me decidere. È compito del capo dello Stato”.

Quanto al Pd, Renzi ha detto di voler star fuori dalla sua discussione interna e annunciato che, come del resto le altre volte, non parteciperà alla Direzione del 21. Sule voci di scissioni, l’ex segretario non ha risposto in modo preciso facendo però capire che la questione non è all’ordine del giorno.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli