La formazione non va in vacanza

Focus

La formazione come spazio permanente all’interno della vita politica del Partito democratico

La formazione come spazio permanente all’interno della vita politica del Partito democratico. Un obiettivo ambizioso già realtà, messo in pratica non soltanto dal dipartimento nazionale del partito, ma anche da dirigenti locali e intellettuali che orbitano nella galassia Pd.

C’è la scuola messa in piedi da Formazione democratica che si è conclusa a fine giugno e che ha realizzato diversi corsi sul management politico nella zona di Roma e provincia. Ma la vera sfida che si è posto Giuseppe Calicchia, a capo del progetto, è quella di lavorare a una scuola di Contaminazione Politica.

“I contenuti devono incontrarsi ed evolversi partendo dalla realtà dei territori fino a diventare realtà potenziata. Non basta più sapere, ma saper contaminare se si vuole generare nuovo consenso”. A maggio è toccato a Milano fare scuola di formazione politica, il tema degli incontri è stato la politica e il socialismo europeo.

Tra i relatori Tommaso Nannicini, una quota di iscrizione per partecipare e sostenere i costi e tanta voglia di far parte di una nuova classe politica più consapevole e determinante con visita finale a Montecitorio e a Palazzo Madama. Sempre a maggio a rilanciare l’importanza della formazione alla politica ci ha pensato la “Scuola di Partito Pier Paolo Pasolini”. Il fatto che il soggetto promotore della Scuola sia stato il partito stesso, è indice di come si voglia reintrodurre il valore della formazione nella selezione delle sue classi dirigenti: “guadagnare la giusta verticalità del pensiero è la condizione necessaria per rendere l’azione politica più incisiva”.

Questo il primo obiettivo della scuola promossa da Massimo Recalcati e Pietro Bussolati. Il programma di questa scuola ha percorso sinteticamente i grandi temi del nostro tempo in otto giornate di lezioni distribuite in due bimestri: maggio-giugno e settembre -novembre. I docenti sono intellettuali di riconosciuta qualità e figure di rilievo del Pd che si sono distinti per avere pensato originalmente l’oggetto del loro insegnamento.

A tutti questi corsi di formazione si aggiunge la scuola di Firenze che da aprile a maggio ha tenuto un corso che è poi anche un po’ un viaggio all’interno del Pd, come dicono i curatori Massimo Fratini e Mimma Dardano, per raccontare l’energia della buona politica. Se vi siete persi questi corsi nessuna paura. La formazione non va in vacanza. I ragazzi di Futuredem con la loro scuola di formazione vi aspettano a Reggio Calabria questo fine settimana per parlare di Europa e mezzogiorno. Mentre a fine agosto tutti a Firenze per la scuola europea del Pd promossa da Eudem.


card_nuova

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli