La lunga notte di Gomorra

Focus

Anche nella terza stagione gli ingredienti da tragedia greca che ne hanno decretato il successo

Ci siamo, torna Gomorra. Contro ogni superstizione, la produzione di Sky ha scelto per la messa in onda della terza stagione della serie ideata da Roberto Saviano un venerdì 17 (ore 21,15, due puntate) a dimostrazione del fatto che il successo del lavoro diretto da Cristina Comencini e Claudio Cupellini non teme gufate né iettature.

Del resto, giusto due giorni fa la proiezione in anteprima delle prime due puntate in 100 sale cinematografiche ha stracciato ogni record, battendo tutti i film in sala con più di 500mila euro di incasso.

Dunque ritroveremo i protagonisti là dove li abbiamo lasciati l’anno scorso, con Ciro l’immortale, il capo degli ‘scissionisti’ della serie interpretato da Marco D’Amore, davanti al cadavere dell’ex mentore, il boss Pietro Savastano. Dunque la vendetta per l’uccisione della piccola Maria Rita è compiuta, ma cosa sarà adesso degli equilibri criminali a Secondigliano? E Ciro, che abbiamo lasciato vestito a lutto e sconvolto, ritroverà una ragione per andare avanti dopo aver perso tutto?

Di certo, si sa che al centro della terza stagione tornerà il rapporto tra Ciro e Genny Savastano, il figlio del boss interpretato da Salvatore Esposito: fratelli e insieme nemici mortali, uniti da un legame indissolubile e allo stesso tempo inevitabilmente destinati a combattersi.

Già nelle premesse, la serie scritta da Leonardo Fasoli e Maddalena Ravagli – per il soggetto di Stefano Bises – promette di mantenere tutti quegli ingredienti da tragedia greca, con al centro il male presentato in tutta la sua feroce realtà, che ne fanno un’opera senza tempo e che, con tutta probabilità, ne spiegano il successo planetario. Un successo che sta trascinando ai vertici mondiali l’industria italiana della fiction.

In questa terza serie, si è letto in qualche anticipazione, a provare a occupare il campo lasciato libero dai boss uccisi, sconfitti o lontani, sarà una ‘paranza’ di giovanissimi guidati da Enzo, interpretato da Arturo Muselli, e da Valerio, un rampollo dell’alta borghesia napoletana tentato dal lato oscuro, interpretato da Loris De Luna.
Ma anche le donne avranno un ruolo di primo piano, con Patrizia, la giovane compagna di don Pietro interpretata da Cristiana Dall’Anna, e la mitica Scianel, a cui presta il volto la bravissima Cristina Donadio, che proveranno a mettere insieme i cocci delle loro vite stringendo un’alleanza tra vedove nere.
Insomma la terza stagione di Gomorra promette di non deludere le aspettative dei fan in tutto il mondo, mentre già si parla di un Gomorra 4.

Vedi anche

Altri articoli