“La Taranta? Farebbe ballare anche Mick Jagger”

Focus

Lisa Fischer, vocalist dei Rolling Stones, ospite domani sera del Concertone di Melpignano. Con Mannoia, Nada, Tosca, Buika. Maestro concertatore: Carmen Consoli

Tamburelli pronti a far risuonare musiche antiche e liberatorie e oltre 200mila persone attese e “pizzicate” dalla Taranta che stasera, a Melpignano (Lecce), sarà ancora una volta protagonista del Concertone pugliese.

“Sarà un concerto nel rispetto della tradizione, mi limiterò ad aggiungere qualche tocco di musica elettronica e porterò sul palco una sezione di archi”, spiega Carmen Consoli, che domani vestirà i panni del maestro concertatore di questa 19esima edizione della Notte della Taranta.

Quest’anno l’Orchestra Popolare eseguirà 44 brani della tradizione salentina. Gli ospiti attesi sono tutti al femminile: Fiorella Mannoia, Nada, Tosca, l’afrospagnola Buika e l’ex vocalist dei Rolling Stones, Lisa Fischer.

Proprio lei racconta che quando ha visto per la prima volta ballare la pizzica è stata colpita dalla sua “forza ipnotica”, ed è convinta che se Mick Jagger sentisse il ritmo della Taranta sarebbe “catturato dalla sua bellezza”. Lisa Fischer, corista dei Rolling Stones per 26 anni e vincitrice di un Grammy col brano How can I ease the pain, racconta che è stata una “adorabile donna di nome Angelica” dopo una cena all’aperto in Salento a mostrarle come si balla la pizzica, la danza tipica per liberarsidalvelenodel ragno: “È gioia pura – ricorda Lisa – saltellava e girava su se stessa: ho seguito la bellezza del suo movimento e anche tutti quelli che erano in casa sono usciti a ballare”. Fischer non sa se esista qualcosa di simile nel panorama musicale mondiale ma è sicura che questa musica unisca “le anime con melodie e movimenti che attraversano i mari e le terre catturando il tempo e la storia”.

A Mick Jagger piacerebbe? “Guardarlo muoversi sul palco con la sua espressione unica è un regalo per la vista” e il suo ricordo “lo è per la mia mente”, risponde Fischer secondo la quale se Mick “sentisse questa musica non potrebbe fare a meno di ballare ed essere catturato dalla sua bellezza”.

La Fondazione “La Notte della Taranta”, intanto, ha fatto sapere che l’incasso della vendita delle t-shirt e di tutti i prodotti ufficiali dell’evento che si possono acquistare nello stand saranno interamente devoluti alle popolazioni colpite dal sisma e alle associazioni umanitarie che stanno operando in queste ore. Inoltre il 20% dell’incasso dei biglietti del backstage della serata di Melpignano andrà alle popolazioni terremotate.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli