La toga non è un abito di scena

Focus

Il richiamo del presidente della Repubblica davanti a 342 giovani magistrati che stanno per entrare in servizio

La toga non è un abito di scena”, con questa frase pronunciata davanti a 342 giovani magistrati che stanno per entrare in servizio, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella segna il punto sul presenzialismo politico delle toghe in Tv. Dopo giorni di polemiche, in seguito alla partecipazione di Piercamillo Davigo a DiMartedì, Mattarella – che ha parlato in generale senza citare l’ex presidente dell’Anm – ha voluto richiamare i magistrati alla loro principale e fondamentale funzione.

Un richiamo importante visto il protagonismo di alcuni magistrati che spesso si rendono protagonisti nei salotti televisivi o sulle pagine di importanti quotidiani, con dichiarazioni politiche che poco hanno a che vedere con il loro ruolo. Ma il presidente della Repubblica ha voluto anche dare un importante consiglio ai giovani magistrati, invitandoli ad avere “spirito critico e capacità di mettere da parte le personali convinzioni quando queste non trovino fondamento nella conoscenza dei fatti acquisiti e delle norme dell’ordinamento”.

Una raccomandazione, che viste alcune interviste sembrerebbe un altro richiamo per alcuni magistrati.

Vedi anche

Altri articoli