“Le famiglie gay non esistono”, la frase shock del ministro alla Famiglia

Focus

Sulle famiglie arcobaleno il leghista Lorenzo Fontana è lapidario. “Una legge in proposito non esiste” e quindi “in Italia non esistono”. L’associazione Family Smile: “Sbaglia, la normativa è chiara”

Sarà pure il governo del cambiamento, ma non sarà certo il governo di tutti. Oggi in un’intervista al Corriere della Sera il neo ministro leghista Lorenzo Fontana è stato lapidario sulle famiglie arcobaleno: “Una legge in proposito non esiste” e quindi “in Italia non esistono”.

Culturalmente e politicamente Fontana è un uomo di destra e certo non ci si poteva aspettare un’apertura nei confronti dei diritti arcobaleno. Frequentatore di convegni anti-gay, è il ministro considerato più di destra del nuovo esecutivo: ha diversi legami con i gruppi dell’estrema destra veronese ed è fermamente contrario all’aborto, alle nozze gay e alla “teoria gender”, oltre ad essere un ammiratore di Le Pen, Trump e Putin.

Oggi al Corriere della Sera, anticipando alcuni impegni del governo Conte, afferma che “i bambini non saranno mai discriminati”. Una frase in cui però si contraddice apertamente: come pensa infatti che i bambini figli di genitori omosessuali non verranno danneggiati quando nel momento stesso in cui lo afferma discrimina proprio le famiglie arcobaleno?

Nell’intervista rilasciata, oltre a spiegare di voler rilanciare la natalità in Italia, ha ribadito la sua contrarietà a “un modello culturale relativista” in cui “non esistono le comunità, e che quindi la famiglia è la prima e più importante comunità della nostra società”.

E quando gli viene detto che in Italia ci sono tante famiglie diverse e che diversi tribunali hanno riconosciuto genitori omosessuali, risponde: “Alcuni tribunali hanno riconosciuto, altri no”. Ma adesso anche le anagrafi – gli viene fatto notare – registrano i bambini figli di genitori dello stesso sesso senza aspettare nemmeno l’intimazione del Tribinale. “Si, ma una legge in proposito non esiste. Se non esiste una legge dobbiamo decodificare cosa significa quello che sta succedendo”.

Già ieri a L’Aria che tira aveva detto: “Rivedremo la legge sul Dopo di noi” (Leggi anche “Fontana, l’uomo nero del governo: “Via il Dopo di noi”).

La speranza di molti italiani, a questo punto, è che non vengano cancellati i tanti diritti civili conquistati con fatica nella scorsa legislatura. Per adesso, incalzato, Fontana ha detto “Non cambieremo la legge sulle unioni civili”. Vedremo.

La posizione di Family Smile, associazione che si occupa di diritti di Famiglia e Minori

“Non posso non ricordare al ministro Fontana che la famiglia è prima di tutto una società naturale dove si realizza e sviluppa l’essere umano, quale che sia. È su questo assunto che la normativa internazionale e ormai anche italiana, ha abbattuto le limitazioni legate alle inclinazioni sessuali verso chi quella società naturale vuole costruire.” Lo dichiara il presidente dell’associazione Family Smile Andrea Catizone, associazione che si occupa di ricerca in Diritto di Famiglia e Minori.

“Il legame affettivo oggi prevale sul pregiudizio culturale che vedeva nella superiorità degli eterosessuali la sola capacità di fare nascere una famiglia, intesa dal codice civile ancora oggi, più come un’istituzione capace di preservare il patrimonio piuttosto che il sentimento tra due persone. Perciò le famiglie arcobaleno esistono non solo nella società, ma anche nelle leggi che le riconoscono e tutelano ed è contrario alla legislazione vigente non ammetterle”, conclude l’avvocato Catizone.

Le reazioni dem

“Le famiglie arcobaleno esistono eccome. Avanti sulla strada dei diritti per tutti”, commenta Maurizio Martina su Twitter

https://twitter.com/maumartina/status/1002878223812825088

E anche Matteo Orfini rilancia: “Le famiglie arcobaleno esistono e sono bellissime”.

Dure le parole della senatrice Monica Cirinnà, che in un’intervista rilasciata a Democratica definisce le frasi di Fontana “pericolose, oscurantiste e revisioniste”. (Leggi l’intera intervista qui)

Vedi anche

Altri articoli