Fanno finta, la crisi non ci sarà

Focus

I litigi sono funzionali a occupare l’intera scena politica, di governo e di opposizione da parte di M5S e Lega. E comunque non produrranno crisi.

I litigi sono anche veri, a mio avviso sono soprattutto funzionali a occupare l’intera scena politica, di governo e di opposizione da parte di M5S e Lega, comunque non produrranno crisi.

Perché non ci sarà la crisi sul decreto sicurezza

Tutte le votazioni fiduciarie avvengono a maggioranza semplice, ossia i s£ devono superare i no. Per la fiducia sul decreto sicurezza al Senato non è quindi per niente necessario arrivare a 160 voti. Da questa legislatura il Senato si è allineato alla Camera nella disciplina delle astensioni che non si sommano più ai No. Chi si astiene non dice niente. Concretamente è favorito il Governo sulla questione di fiducia e l’opposizione sulla mozione di sfiducia.

Perché non ci sarà la crisi sulla Tav

Per bloccare la Tav ci vorrebbe una maggioranza a favore su un testo giuridico vincolante. I testi di cui si parla non lo sono e comunque non c’e’ nessuna maggioranza contro la Tav. Se ognuno vota il suo testo non ne passa nessuno e la Tav va avanti.

Se così è, i media che continuano ad alimentare allarmismo aiutano il consenso elettorale della maggioranza e gli esponenti dell’opposizione che vi si adeguano sono fondamentalmente dei masochisti perché lasciano tutto lo spazio a Lega e M5s.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli