La Lega punta sulle ruspe per la sua raccolta fondi

Focus

Dieci anni fa il Senatur minacciava i fucili contro l’eventualità di nuove tasse, l’attuale leader leghista prosegue con lo stesso stile populista ma cambiando obiettivo: i migranti

Chi prova ad immaginare la prossima campagna elettorale, dovrà fare i conti con un’immagine chiara e inquietante: quella di una ruspa. Termine che ormai è entrato a far parte in maniera stabile nel dizionario salviniano. Tanto che il leader leghista ha deciso di utilizzarlo per il dominio della raccolta fondi del Carroccio, al posto del nome del partito.

Il sito si chiama www.duepermilleruspa.com e invita i contribuenti a donare il proprio 2xmille alla Lega in occasione della loro dichiarazione dei redditi. Ma invece di associare alla campagna il nome del partito, Salvini ha pensato di raschiare il fondo del suo dizionario populista e per motivare i suoi sostenitori ha deciso di fare appello ai loro stomaci, invocando l’avanzata delle ruspe contro i migranti.

2x1000_2017_HR-721x1030

 

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli