L’emozione di vedere Proust che si muove. Ma è lui?

Focus

Incredibile scoperta d’archivio: il grande scrittore per due secondi in un video del 1904

Per i “tarantolati” di Marcel Proust (la definizione è di uno di loro, Alessandro Piperno) la sensazionale scoperta di un video del 1904 in cui per un paio di secondi si vede- o meglio, si vedrebbe – Marcel Proust è un’emozione.

Del grande scrittore francese conosciamo tantissime immagini, di cui quella in primo piano coi baffoni neri e lo sguardo perduto come il tempo che cercava è la più celebre, ma mai finora si era avuta a disposizione un frame come quello che lo studioso canadese Jean-Pierre Sirois-Trahan, professore all’università di Laval, Québec, ha trovato in un archivio.

Nel video è del 1904 si vede un uomo – identificato da Sirois-Trahan come Proust – mentre scende le scale della chiesa della Madeleine, a Parigi, durante il corteo nuziale di Elaine Greffulhe, figlia della contessa Greffulhe che secondo alcuni studiosi è la donna che ha ispirato Oriane de Guermantes in Alla ricerca del tempo perduto. Nel filmato, il presunto Marcel Proust appare al secondo 37. Il video è stato donato all’archivio dalla famiglia della sposa.

La contessa Greffulhe era veramente un’amica stretta di Proust e sembra che la presenza dello scrittore al matrimonio sia stata accertata. In quell’anno Proust aveva 33 anni, è assolutamente plausibile che portasse la bombetta (lo documentano tante fotografie), è normale che non fosse accompagnato da alcuno, e che discenda le scale non proprio atleticamente. Tutto torna. Tranne che per quel naso aquilino un po’ troppo pronunciato (secondo 38-39), quello è Proust, abbiamo esclamato noi e migliaia di altri “tarantolati”.

Ma se il più grande studioso proustiano, Jean-Yves Tadié,  ha detto che “queste immagini corrispondono ai ritratti che conosciamo di lui, compreso il suo modo approssimativo di vestire”, lasciamo da parte i dubbi. L’emozione è forte. Magari ci spingerà a leggere la Recherche, o parti di essa, ancora una volta.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli