Licenziata senza spiegazioni la capo maggiordomo alla Casa Bianca

Focus

È stata la prima donna a ricoprire quel ruolo nella residenza del presidente Usa, la seconda persona afroamericana

È stata la prima donna a ricoprire il ruolo di capo usciera alla Casa Bianca, la seconda persona afroamericana: approdata alla residenza del presidente degli Stati Uniti nel 2011 con Barack Obama, Angella Reid, che precedentemente lavorava per il gruppo Ritz-Carlton hotel, è stata però licenziata all’improvviso e senza alcuna motivazione dall’amministrazione Trump.

Il personale arrivato alla Casa Bianca venerdì mattina ha ricevuto l’inaspettata notizia: Angella Reid non lavora più lì. La donna, una sorta di capo maggiordomo della Casa Bianca, si occupava della supervisione delle attività e della logistica della residenza del presidente Usa: organizzava il lavoro del personale che si muoveva nell’edificio più importante degli Stati Uniti, cuochi, camerieri, personale domestico, giardinieri, fino al personale amministrativo. E da un giorno all’altro il suo lavoro è finito. L’unica spiegazione data da uno dei portavoce della Casa Bianca, Sarah Huckabee Sanders, è che la donna non lavora più lì e che non è raro che quando c’è un cambio di presidente ci sia anche un cambio di impiegati.

Non la pensa così Douglas Brinkley, esperto di storia presidenziale e professore alla Rice University, ha detto al Washington Post che si tratta di un gesto alquanto inusuale, soprattutto considerando che non sono state fornite spiegazioni. “Se c’è una ragione stringente per il licenziamento, la Casa Bianca deve dirla pubblicamente – ha spiegato il docente – Altrimenti si tratta di un gesto crudele”.

Contattata telefonicamente dal Washington Post, la donna si è limitata a commentare: “Penso sia meglio che sia la Casa Bianca a dare delle spiegazioni“.


card_nuova

Vedi anche

Altri articoli