L’Italia non firma l’appello Ue per il clima. Zingaretti: “M5s e Lega fanno solo danni”

Focus

Il segretario Pd Nicola Zingaretti fa riferimento alla notizia diffusa dal quotidiano britannico Independent

“Sull’ambiente grave errore di Lega e Cinque Stelle. Se hanno scoperto un altro pianeta in cui vivere ci vadano al più presto che qui fanno solo danni. Noi vogliamo un’Italia in prima linea nella difesa dell’ambiente: 35% di energie rinnovabili entro il 2030; 6 miliardi di euro per rendere le nostre città più sostenibili; incentivi per le imprese che riducono l’impatto ambientale”. Lo scrive su Facebook il segretario Pd Nicola Zingaretti che fa riferimento alla notizia diffusa dal quotidiano britannico Independent.

Il giornale inglese ha ottenuto un documento firmato da diversi Paesi europei tra cui la Spagna e la Francia, in vista del Consiglio europeo in corso a Sibiu, in Romania, in cui chiedevano all’Ue di ridurre del tutto le emissioni di gas serra entro il 2050. Tra gli assenti all’appello c’è però l’Italia a cui si affiancano la Germania e la Polonia.

Il documento intitolato «Un Paese pulito per tutti» chiede all’Ue di azzerare le emissioni di gas serra entro il 2050 al più tardi e di potenziare i cosiddetti contributi nazionali determinanti, ovvero gli obiettivi climatici che le nazioni si sono date per evitare che le temperature terrestri superino la soglia dei 2 gradi centigradi in più rispetto agli anni ’90. In media i Paesi membri dell’Ue, compresa l’Italia, hanno accettato di ridurre le emissioni di gas del 40% entro il 2030, in linea con questo obiettivo.

Tra le varie proposte – al di là dell’obiettivo di azzeramento dei gas serra entro il 2050 – nel documento si parla della necessità di integrare maggiormente la produzione energetica a livello europeo e di accelerare la transizione a un’economia verde, con maggiori investimenti nell’industrie con un basso livello di emissioni. Per far questo, i Paesi firmatari chiedono all’Unione europea di mettere da parte circa un quarto del suo budget annuale.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli