“I disabili danneggiano la produttività”: frase shock del ministro conservatore

Focus

Un’uscita senza senso, non confermata da alcun dato o cifra rilevante

Se la Gran Bretagna è fanalino di coda in Europa sul fronte della produttività, come accade ormai da anni, la causa è anche un po’ dei disabili integrati in numero crescente nel mondo del lavoro. Ad affermarlo non è l’avventore di una qualche chiacchiera da bar, ma il cancelliere dello Scacchiere del Regno Unito, Philip Hammond, titolare del dicastero dell’Economia.

Un’uscita senza senso, non confermata da alcun dato o cifra rilevante, che ha scatenato l’indignazione e rischia di spazzar via quel che resta delle ambizioni di Hammond in veste di portabandiera dei Conservatori ‘moderati’. L’episodio, avvenuto ieri pomeriggio durante un’audizione in commissione parlamentare, di fronte al Treasury Committee, è rimasto inosservato per alcune ore. Finché non se ne sono accorti la Bbc e altri media. Si è così scoperto che Hammond, messo alle strette in tema di produttività sui risultati scadenti confermati anche quest’anno, si è ingegnato a elencare attenuanti o giustificazioni tra cui ha citato appunto come un peso le presunte limitate capacità lavorative degli impiegati soggetti a un qualche handicap.

Accortosi evidentemente della ‘gaffe’, ha poi provato a mettere una toppa, dicendosi comunque “estremamente orgoglioso” dei progressi nell’integrazione occupazionale dei disabili. Troppo tardi: quelle parole, per molti, restano un oltraggio imperdonabile. L’associazione umanitaria Scope le ha definite “inaccettabili e discriminatorie”, mettendo in discussione la credibilità degli impegni assunti di recente dal medesimo governo May per le categorie svantaggiate.

“Sono menzogne che ci fanno fare un enorme passo indietro, non sostenute da uno straccio di prova”, è sbottata Sophie Morgan, conduttrice tv nota per le sue campagne a favore dell’inclusione. “Come persona disabile – ha rincarato Marsha de Cordova, ministro ombra laburista – sono scioccata e inorridita dal tentativo di Hammond di scaricare i fallimenti economici delle politiche Tory su noi disabili”.

Fino al tweet amaramente ironico di Mik Scarlet, esperto e infaticabile promotore di progetti d’inserimento lavorativo in giro per il Regno (oltre che portatore di handicap egli stesso) che ha scritto: “Oggi mi sento improduttivo anche se mi sono svegliato alle 5,30… Come molesto lavoratore disabile, devo essere uno di quelli che affondano il nostro Paese”

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli