Si riapre la gara in Lombardia, e Zingaretti stacca tutti (anche Gasparri)

Focus

Maroni lascia, Gasparri probabile nel Lazio

Confermato: il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni non si candiderà per un secondo mandato. Lo ha confermato lui stesso alla riunione di Giunta, adducendo “motivi personali”. Maroni ha indicato nell’ex sindaco di Varese, il leghista Attilio Fontana, il candidato a succedergli nelle elezioni del 4 marzo. Ma secondo altre indiscrezioni in campo ci sarebbe anche Mariastella Gelmini, anche se la Lega molto difficilmente accetterebbe un nome di Forza Italia.

Fontana, vicino a Giancarlo Giorgetti, non dispiace a Matteo Salvini. “Attilio Fontana è un’ipotesi”, ha ammesso ai microfoni di Radio1, “ha fatto per 10 anni il sindaco di Varese, è stato presidente dei comuni di tutta la Lombardia, è stato presidente del Consiglio Regionale, sarebbe adatto per quel ruolo”. Sull’addio di Maroni, Salvini ha aggiunto: “Sono dispiaciuto che Maroni lasci, però quando ci sono in ballo vicende personali, penso che la politica abbia il dovere di fare un passo indietro”.
Di certo, quello di Maroni era un nome forte. La sua uscita di scena (non si sa quanto “tattica”, in vista magari di un incarico ministeriale, se e quando il centrodestra dovesse vincere) inevitabilmente mette un po’ di piombo nelle ali di Lega e Forza Italia, in Lombardia comunque moto forti e per il candidato del centrosinistra Giorgio Gori la partita si riapre improvvisamente.
Il centrodestra non ha ancora scelto il suo candidato per l’altra Regione dove si voterà il 4 marzo, il Lazio. L’opzione cadrà su Forza Italia, il cui nome più gettonato è Maurizio Gasparri.
Il quale, secondo Termometro politico, potrebbe finire terzo dietro Nicola Zingaretti, favorito, e Roberta Lombardi, M5S, che in questi giorni appare già in difficoltà.

Ecco la tabella di Termometro politico:

 Resta da capire, nel Lazio, cosa farà Liberi e Uguali. A quanto sembra, la componente di Sinistra italiana (Fassina) sarebbe contraria ad appoggiare Zingaretti mentre Mdp del Lazio sarebbe più disponibile. In Lombardia invece LeU ha chiuso ad ogni ipotesi di appoggio a Gori.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli