Orban è il problema, non la soluzione

Focus

Se Salvini pensa di copiare le politiche estremiste di Orban ci opporremo con tutte le nostre forze perché così si va contro l’interesse italiano

Orban non è la soluzione. Orban è il problema. E come lui lo sono i tanti egoismi a ogni latitudine che non intendono condividere responsabilità ma solo scaricare sugli altri i problemi di questo tempo. L’Europa non offre ancora risposte forti a temi cruciali come l’immigrazione proprio per responsabilità di governi, come quello ungherese, che non sono mai stati disposti a condividere oneri e responsabilità ma in compenso sono sempre pronti a riceve regolarmente ingenti fondi comunitari. Il 95% degli investimenti pubblici in Ungheria è cofinanziato dall’Unione europea.

Dica Orban se è pronto ora a condividere quote obbligatorie di richiedenti asilo, che arrivano in Europa dal mediterraneo, anche nel suo paese visto che fino a qui non ha mai accolto. E dica se è pronto a rinunciare a parte dei fondi che arrivano nel suo paese per finanziare, insieme a tutti gli altri, vere politiche europee per l’immigrazione, la gestione delle frontiere, la difesa comune.

Infine, se Salvini pensa di copiare le politiche estremiste di Orban ci opporremo con tutte le nostre forze perché così si va contro l’interesse italiano. Se pensa di superare i principi della democrazia liberale a vantaggio di una politica autoritaria come quella che si fa purtroppo da quelle parti, saremo in tanti a respingere questa degenerazione pericolosa per il nostro futuro.

L’Italia è tra i paesi fondatori dell’Europa, deve oggi più che mai dimostrare di essere all’altezza della sua storia. Pace e cooperazione sono state garantire per 70 anni ai nostri popoli grazie a questo gigantesco sforzo di solidarietà e responsabilità. Altro che Orban. Sarà bene non dimenticarselo mai.

La stragrande maggioranza dei cittadini, i giovani prima di tutto, vogliono un’Europa unita e non divisa; vogliono guadare avanti e credere nella forza dei valori di questo continente, senza muri e barriere. Si sentono, giustamente, cittadini europei. Questo è il nostro futuro e grazie a loro vinceremo questa sfida.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli