Martina: “L’intenzione è stata quella di tenere viva la memoria di Giulio”

Focus

Le foto di Maurizio Martina sulla tomba di Giulio Regeni hanno suscitato polemiche. La madre: “Nessuna strumentalizzazione su Giulio”

Ieri Maurizio Martina in Friuli per appoggiare il candidato del centrosinistra Sergio Bolzonello  ha voluto rendere omaggio in forma privata alla tomba di Giulio Regeni a Fiumicello, in provincia di Udine. Ma il segretario reggente del Pd è stato fotografato davanti alla tomba del giovane ricercatore scomparso al Cairo il 25 gennaio 2016 e trovato morto il 3 febbraio lungo la strada che collega la capitale egiziana ad Alessandria. E le foto sono circolate in rete.

Così è scoppiata la polemica  con la mamma di Giulio, Paola Deffendi, che sul suo profilo Facebook commentava: “Sono la mamma Paola nessuna strumentalizzazione su Giulio, chi va a trovarlo in cimitero non si fa la foto che non abbiamo mai voluto, fatto gravissimo”.

In mattinata è arrivata la nota del Partito democratico: “L’unico intento della visita è stato quello di onorare la memoria di Giulio.  Le foto diffuse sui social, che ritraggono il segretario mentre fa visita al cimitero sono state prontamente rimosse ieri come richiesto dalla famiglia. Abbiamo richiesto e ci appelliamo ancora alla sensibilità della stampa affinché sia rispettata la volontà della famiglia Regeni”.

In serata è stato lo stesso Maurizio Martina a scusarsi: “Ho chiamato la madre di Giulio Regeni e mi sono scusato con lei e con la famiglia per l’accaduto. L’intenzione è stata quella di tenere viva la memoria di Giulio andandolo a trovare per qualche minuto essendo nel suo paese natale”.

Vedi anche

Altri articoli