Martina: “Ripartiamo rimettendoci in strada, fianco a fianco alla gente”

Focus

Il segretario del Partito democratico intervistato da Repubblica: “Alla politica dell`odio virale dobbiamo contrapporre il nostro
impegno diretto a fianco delle persone”

Maurizio Martina pochi giorni dopo i fischi di Genova da la sua spiegazione a quella manifestazione di dissenso: “Per me quei fischi sono un segnale che non dobbiamo sottovalutare ma non accetto nemmeno generalizzazioni. Da quei fischi dobbiamo ripartire per cambiare e per costruire l’alternativa forte a chi governa oggi”.

Ammette poi l’avvelenamento del clima da parte di Lega e cinquestelle, ma non sottovaluta la distanza del partito da fasce di popolazione in disagio: “E vero che abbiamo vissuto giorni cattivi. Avvelenati dalle falsità e dalla propaganda di Lega e 5 Stelle che anziché unire le forze nell’emergenza hanno esasperato il clima. La ricerca del nemico durante le ore dei soccorsi è stata un’operazione squallida. Ciò detto, oggi la rabbia incrocia paure e solitudini ed esce dalla dimensione privata per diventare un fatto pubblico sempre più spesso. I social sono la nuova piazza. E il nodo della nostra distanza da larghe fasce di cittadini c’è. Va affrontato con sincerità. Il punto per me è dare risposte chiare ai conflitti aperti nella società, sapere chi vogliamo tutelare e rappresentare ed essere coerenti nei comportamenti”.

E poi sul ribattere, come sostiene Matteo Renzi, colpo sul colpo alle falsità sul Pd Martina è d’accordo, anche secondo il segretario va contrapposto l’impegno diretto a fianco delle persone: “Sicuramente dobbiamo combattere di più per rispondere alla macchina delle falsità. Detto questo, alla politica dell’odio virale dobbiamo contrapporre il nostro
impegno diretto a fianco delle persone. Sono convinto che gli italiani chiedano prima di tutto il senso della prospettiva che vogliamo dare al paese. Ed è sempre più chiaro che qui la posta in gioco è quale idea di democrazia abbiamo per il nostro futuro”.

Infine il Congresso che Martina conferma che si celebrerà entro le elezioni europee: “Lo faremo entro le elezioni
europee come deciso insieme in assemblea nazionale”, e non esclude una sua candidatura.

Vedi anche

Altri articoli