Anche stavolta non delude, Montalbano è da record (con buona pace di Salvini)

Focus

Finalmente sulle reti Rai si è potuto parlare di migranti e sbarchi non sempre con il solito cinismo ma con umanità

Undici milioni 108mila spettatori e share del 44,9% ieri sera su Rai1 per l’episodio della serie ‘Il commissario Montalbano’ con Luca Zingaretti. E’ il secondo miglior share nella storia della serie, preceduto da ‘La giostra degli scambi’ (2018) che fece il 45,1% con 11 milioni 386mila spettatori, ed è il terzo come ascolto spettatori, dopo ‘Come voleva la prassi’ (2017) che registro’ 11 milioni 268mila spettatori.

Anche questa volta dunque un grande successo per la fiction Rai. Per fare un paragone, soltanto pochi giorni fa la prima serata del Festival di Sanremo era stato seguito da meno persone.

Una conferma e una soddisfazione perché finalmente sulle reti Rai si è potuto parlare di migranti e sbarchi non sempre con il solito cinismo che ci impone il ministro degli Interni e tutto il governo gialloverde, ma con umanità. Come non apprezzare il racconto delicato e commosso di Catarella che, dopo l’ennesimo salvataggio in mare, chiede di essere dispensato da altre operazioni simili per il troppo trasporto e commozione nel vedere “quei poverazzi che non hanno niente”. Ma anche la storia del flautista iraniano, che fino a pochi anni prima era ospite d’onore al Maggio fiorentino, e ora si trova su un barcone per scappare dalla persecuzione politica. O quel corpo senza vita del ragazzo ‘caduto’ in mare e raccolto con amore dallo stesso commissario.

https://twitter.com/matteosalvinimi/status/1095076662658715651

Stavolta non vogliamo cadere nelle provocazioni del vicepremier che ha dovuto twittare anche sulla fiction più amata dagli italiani (e non ha avuto il coraggio di buttarla in politica, sa che non gli conviene) ma neanche degli odiatori seriali che hanno avuto da ridire su temi così attuali, dimenticando – o meglio non sapendo- che il libro da cui è tratto il racconto tv è stato scritto nel 2016.

Stavolta ci godiamo le facce, le storie, l’umanità e la misericordia. Lunga vita a Andrea Camilleri e ai suoi personaggi.

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli