Misure antiterrorismo in tutta Italia. Minniti: “Guardia altissima”

Focus

Nelle maggiori città, e soprattutto in quelle ritenute a maggior rischio, sono stati studiati dei veri e propri piani antiterrorismo

Ancora una volta sarà un Capodanno “osservato speciale” sul piano della sicurezza. Da Nord a Sud le forze dell’ordine (compresi i reparti speciali) concentreranno la loro presenza nelle piazze e nelle strutture dove si svolgeranno eventi e spettacoli, sia in divisa che in borghese. Sono passati pochi giorni dal triste e atroce attentato di Berlino e gli imponenti servizi di sicurezza dispiegati delle nostre città, al di là di concrete minacce, serviranno quantomeno ad attenuare i timori e le paure con le quali ormai conviviamo in questa lunga lotta al terrore.

“La guardia è altissima – ha detto il ministro dell’Interno Marco Minniti -, abbiamo un sistema di sicurezza in questo momento tutto in campo, con l’obiettivo di garantire la massima tranquillità a tutti gli italiani a Capodanno. Anche nella vicenda di Amri abbiamo dimostrato di avere un sistema che nella sua normalità funziona. E’ chiaro – ha ribadito – che non abbassiamo la guardia neppure per un attimo”.

Nelle maggiori città, e soprattutto in quelle ritenute a maggior rischio, sono stati studiati dei veri e propri piani antiterrorismo. A Milano ci saranno agenti in borghese con cellulari di ultimissima generazione con banda dedicata per evitare problemi di sovraccarico della rete. A Firenze metal detector al concertone di Mengoni. Mentre a Bologna un drone hi-tech sorvolerà il cielo di piazza Maggiore.

Roma

Saranno oltre mille gli agenti delle forze dell’ordine, in uniforme e in abiti civili, che vigileranno tra la gente. È quanto prevede il piano di sicurezza predisposto dal questore Niccolò D’Angelo e articolato sulle 24 ore.

Ci saranno addirittura fioriere antisfondamento e controlli di polizia con metal detector sui ponti della Capitale dove si svolgeranno le varie manifestazioni. In campo anche tiratori scelti, pattuglie a cavallo e poliziotti in bicicletta per garantire la sicurezza. A completare il dispositivo, pattuglie a piedi e della polizia fluviale che sorveglieranno la città navigando sul Tevere. Sorvegliati speciali, chiaramente, saranno il Colosseo e Circo Massimo dove è previsto un “consistente” afflusso di persone per gli eventi che inizieranno a partire dalle 22.30 di domani. Cinque i varchi di accesso all’area dove saranno effettuati i controlli di sicurezza.

Milano

Metal detector, telecamere ad alta definizione, ma anche l’uso di smartphone per vigilare su piazza Duomo per il concerto di Capodanno. E’ tutto pronto nella sala operativa della Questura del capoluogo lombardo. Per il Concertone “ci sarà massiccio impegno delle forze di polizia”, assicura il questore Antonio De Iesu, che parla di centinaia di uomini impiegati. “L’area del Duomo sarà perimetrata con sette varchi di accesso presidiati con non meno di sei uomini delle forze di polizia con mitra e metal detector. Sarà fatta un’attenta selezione di chi entra”, garantisce il questore in occasione della conferenza stampa di presentazione del bilancio 2016.

Sarà impiegata anche la tecnologia più all’avanguardia: quattro le telecamere fisse che restituiranno in modo nitido quanto accadrà in piazza, oltre ad agenti in borghese radiolocalizzati e pronti a “inquadrare” gli angoli più a rischio. “Avremo a disposizione 40 smartphone affidati a uomini della Scientifica che ci restituiranno le immagini di quanto accadrà in diretta. Si tratta di una tecnologia che usiamo per i grandi eventi”, spiega il questore.

Genova

Nella città ligure, una delle 16 ritenute a maggior rischio, ci saranno anche i carabinieri dell’Api, l’aliquota primo intervento, e del Sos, squadra operativa di supporto. Le Api hanno veicoli antiproiettili oltre a un equipaggiamento e armamento superiore e sono addestrate per fronteggiare le azioni terroristiche di media complessità, ma anche i casi di presa di ostaggi e barricamenti in case o in luoghi pubblici. Inoltre al fianco delle squadre speciali sarà presente anche l’unità Artificieri antisabotaggio del comando provinciale di Genova, pronta per bonifiche di luoghi, ispezioni di plichi e oggetti vari e verifiche su veicoli posteggiati in modo sospetto.

Da Londra a Berlino controlli a tappeto e massima sicurezza

Sorveglianza senza precedenti per la notte di San Silvestro anche in tutti i Paesi europei dopo gli ultimi gravi attentati di Nizza e Berlino. In Francia oltre 90.000 poliziotti e gendarmi verranno mobilitati per rendere sicuri i festeggiamenti dell’ultimo dell’anno. A questi saranno aggiunti migliaia di militari “sentinella” e agenti della forze speciali. “I dispositivi di sicurezza tengono conto del rischio terrorismo e includono nuove modalità di attacco con veicoli e camion come arma improvvisata”, ha spiegato un funzionario della prefettura di Parigi. Sorvegliati speciali saranno i tradizionali festeggiamenti sugli Champs Elysees, prima grande manifestazione autorizzata dopo gli attentati del 13 novembre.

Al di là della Manica, a Londra, Scotland Yard si prepara a dispiegare 3mila agenti in più per proteggere cittadini e turisti che assisteranno agli eventi in programma.

Controlli a tappeto e altissimi standard di sicurezza ovviamente anche a Berlino, per la festa che si terrà presso la Porta di Brandeburgo e non solo. Previsti non meno di 2400 agenti in servizio, e il divieto totale di introduzione di oggetti pericolosi all’interno dell’area. Dal momento della strage del mercatino di Natale sono stati operativi per le strade circa 1200 agenti di pubblica sicurezza al giorno.

 

Vuoi ricevere Democratica sulla tua email?

Iscriviti alla nostra Newsletter!

Ricevi le notizie di Democratica una volta al giorno direttamente nella tua email.

Vedi anche

Altri articoli